Westworld 2×06 – Recensione dell’episodio “Phase Space”

Maggio 28, 2018 di Manuela Cristiano

westworld 2x06

Ecco la nostra recensione del sesto episodio di Westworld 2 andato in onda su Sky Atlantic dal titolo “Phase Space” (Spazio delle Fasi) 
Ed eccoci giunti alla recensione del sesto episodio di Westworld 2 dal titolo “Phase Space” (Spazio delle Fasi). La scelta del titolo non è mai lasciata al caso per Westworld dove in questa circostanza si addentra in una delle teorie dei sistemi dinamici. Infatti, lo Spazio delle fasi, è la rappresentazione grafica dello spazio di stato, i cui punti esprimono univocamente tutti e soli i possibili stati del sistema dello spazio. Sono le possibili posizioni e velocità di ogni punto materiale

Avete capito? Se non avete capito non preoccupatevi, in fin dei conti per una serie complicata come Westworld, ci vuole un titolo complicato No?

Westworld 2x06
Westworld 2×06

Ma torniamo a questo sesto episodio di Westorld 2 dove dopo  l’omaggio ad Akira kurosawa dello scorso episodio “Akane No Mai”, in cui abbiamo potuto esplorare Shogun World, il parco a tema basato sul periodo Edo giapponese, ora siamo tornati alle vecchie abitudini, alla scena iniziale di apertura che era stata un must di tutta la prima stagione, il dialogo tra Dolores e Arnorld.
Ma questa volta assistiamo ad un bellissimo scambio di ruoli in Westworld, le carte in tavola cambiano perchè non si tratta di Arnold, ma di Bernard che viene testato dalla stessa Dolores, in merito alla sua fedeltà. Tutta la sequenza che ci viene mostrata ricorda molto le visite di William a James Delos ne “L’enigma della Sfinge”
Questa scena potrebbe indicare come Ford. venuto a conoscenza degli esperimenti della Delos, abbia deciso di copiare la mente di Arnold in una unità di controllo. La scena viene tagliata prima che lo spettatore abbia la possibilità di osservare se anche in questo caso la comprensione della realtà porta al danneggiamento dell’host, però se così fosse, sarebbe la perfetta spiegazione per la quale Arnold sia diventato Bernard, un host con la stessa personaltà dell’umano da cui è ispirato ma senza la sua coscienza
Westworld 2x06
Westworld 2×06

Bernard, Elsie e la Culla in questo sesto episodio di Westworld 2

L’episodio “Phase Space” di Westworld 2 permette allo spettatore di visitare uno dei luighi che era stato più volte menzionato: la Culla, una gigantesca sala server in cui sono custoditi i Backup di tutti gli host. I tecnici solo soliti usare questo server per eseguire simulazioni su nuove narrative prima di caricarle nel parco, una sorta di Realtà Virtuale di Westworld. Grazie ad Elsie e a Bernard veniamo a conoscenza del fatto che la Culla sta agendo in maniera autonoma, ostacolando tutti i tentativi della Delos di riprogrammare gli host ribelli, sta improvvisando.

Ma la Culla in Westworld non dovrebbe avere questo ruolo, come è possibile?

Dato che, una delle funzioni della Culla è la possibilità di leggere i dati direttamente dall’ host, lo stesso Bernard sceglie di caricare la sua unità di controllo all’interno, vuole delle risposte, e le vogliamo anche noi. Una volta dentro veniamo catapultati nelle strade di Sweewater, e notiamo la prima incongruenza, data da un levriero a noi molto familiare. Seguendolo fino al Mariposa ci viene svelato l’arcano, che molti di noi avevano già sospettato da tempo:
è la coscienza del dottor Ford che ora vive all’interno della Culla, ad improvvisare e respingere tutti gli attacchi informatici della Delos, ed è per questo motivo che riesce parlare ancora con William attraverso gli host. Viene da pensare quindi che l’unità di controllo rubata in precedenza da Bernard sia proprio quella di Ford che invece di esser trasferita all’interno di un host è stata caricata all’interno della Culla assumendone completamente il controllo

Westworld 2x06
Westworld 2×06

 

Continua a pagina due per scoprire cosa succede a Maeve in questo sesto episodio di Westworld 2

Maeve ed il completamento della sua missione in questo sesto episodio di Westworld 2

Finalmente dopo aver lasciato Shogun World,dopo aver accompagnato Maeve e la sua combriccola in tutti questi episodi della seconda stagione di Westworld 2 siamo in grado di assistere al compimento della sua missione, il ritrovamento della figlia. Ma si sa, quando desideri ardentemente una cosa e fai di tutto per ottenerla, quasi mai è come te l’aspetti

Westworld 2x06
Westworld 2×06

Si perchè quello che la nostra Matrona non aveva considerato è che in Westworld  nessun host è indispensabile, ognuno è sostituibile, è il destino per tutti gli host che vengono riposizionati o presentano dei malfunzionamenti, l’abbiamo visto con Abernathy sin dal pilot, poi con Clementine, e adesso la stessa Maeve è costretta ad osservare come quella che un tempo era la sua bambina ora chiama mamma  qualcun altra
Anche se, uno degli aspetti più interessanti di questo episodio di Westworld 2 è stato quello di vedere come Maeve sceglie di usare il suo potere di controllo mentale sugli altri host. Avrebbe potuto usarlo in ogni circostanza e a suo vantaggio ma decide di non farlo a meno che non sia assolutamente necessario perchè come è lei stessa ad ammettere:

“Ognuno di noi ha diritto di scegliere il proprio destino, persino quando quel destino ti porta alla morte”

Prima di passare alle conclusioni mi sembra corretto menzionare anche altri due protagonisti di Westworld, mi riferisco a Teddy e all’Uomo in Nero. Teddy, con le modifiche che gli sono state apportare da Dolores, ha perso tutte le buone qualità che lo caratterizzavano, al suo posto troviamo un host freddo e privo di umanità, quasi insopportabile. In questo caso la fedeltà totale a Dolores è stata ottenuta con l’inganno.
Mentre paradossalmente l’ Uomo in Nero, in questo episodio di Westworld 2 durante un confronto con Emily, mostra un lato umano mai visto prima, ed è proprio sua figlia che riesce a tirarlo fuori. Ma non è abbastanza, la sua ossessione per il parco e per la sua missione è talmente forte che rinuncia perfino a quel barlume di speranza di recuperare il rapporto con la figlia. Ma non è tutto, adesso nella mente dello spettatore si insinua un ulteriore dubbio:
William potrebbe essere un host? Sua figlia Emily potrebbe essere un host?
 
In conclusione questo sesto episodio di Wesworld 2 risulta uno dei più riusciti e completi, nonostante la solita confusione nella collocazione temporale degli eventi, degli intrecci della sua trama ed ovviamente la formulazione di nuove domande, non c’è dubbio che la qualità si stia alzando ulteriormente
 

Di seguito il promo del settimo episodio di Westworld 2 dal titolo “Les Ecorches” dove una inquietante inquadratura mostra numerosi cloni di Bernard

 

 

 
 

La seconda stagione di Westworld,in Italia in onda su Sky Atlantic il giorno dopo la messa in onda americana e dalla settimana successiva doppiata in italiano.

Per rimanere sempre aggiornati potete passare dalla pagina westworld Italia FanPage e dal gruppo facebook Punto Sky Italia

COMMENTI