Skam Italia: Ecco i motivi per cui non merita la cancellazione

Agosto 18, 2019 di Gaia Giovannone

Skam Italia

Skam Italia è stato cancellato, ecco i motivi per cui invece dovrebbe proseguire
Sono passati un po’ di giorni dalla notizia della cancellazione di Skam Italia. Sembra infatti che la serie non tornerà per la sua quarta stagione ma il popolo del web non se n’è ancora fatto una ragione. Chi lo ha seguito lo ritiene un prodotto fresco, contemporaneo e soprattutto di qualità, scopriamo insieme perché.
Remake della serie norvegese omonima, Skam Italia parla delle storie di un gruppo di adolescenti di un liceo di Roma. I personaggi principali sono interpretati da Ludovica Martino, Federico Cesari e Benedetta Gargari insieme ad altri giovanissimi e competenti attori; tutti loro meritano una menzione speciale perché se è vero che l’Italia è piena di grandi talenti (che sono in ogni caso sempre da promuovere), è anche vero che non molto tempo fa il nostro paese era invaso esclusivamente da scialbi cinepanettoni in cui recitavano showgirl e persone che non facevano parte dell’ambiente.

Skam Italia | La musica e i temi

SKAM Italia
Oltre alla validità dal punto di vista recitativo e alla giovane età di chi presta il volto ai protagonisti, Skam Italia è moderno anche per tanti altri aspetti, primo tra tutti la colonna sonora. Le Playlist della serie infatti rispecchiano perfettamente i gusti musicali dei liceali di oggi. Da Calcutta a Cremonini passando per Britney Spears e Billie Eillish ma anche I Cani, Salmo, Lorde; l’ideale rappresentazione della lista di canzoni di chi ascolta “un po’ di tutto”. Anche per quanto riguarda i temi affrontati c’è “un po’ di tutto”; le tematiche fondamentali riportate da Skam Italia sono infatti molteplici (scoperta di se stessi, malattia mentale, revenge porn e tanto altro). In realtà, poi, si tratta anche di altro perché la forza della serie non sta semplicemente nel trattare argomenti importanti ma sta nel modo in cui questo avviene.

Skam Italia: Ecco i motivi per cui non merita la cancellazione | Continua a pagina 2!

COMMENTI