Roberto Emanuelli : “ L’amore che salva”

Ottobre 8, 2019 di Anna Chiara Delle Donne

 

Roberto Emanuelli racconta con immediatezza e verità i sentimenti più profondi. Con delicatezza e spiazzante cura, descrive l’amore che salva. Quello libero da ogni barriera, quello forte e sicuro, quello che viene dopo la consapevolezza dell’amore per se stessi. Un amore fatto di legami che nutrono, arricchiscono e sanno di scoperta. Sui suoi social, Roberto è seguitissimo e scrive: ‘Solo quando sei libero di scegliere, capisci cosa vuoi’.  Ed è proprio così che ci piace immaginare l’amore che salva: attraverso la libertà. Dopo grandi successi come ” Buonanotte a te” , ” Allora Baciami”, e ” Davanti agli occhi” ,  lo scrittore rivelazione degli ultimi anni Roberto Emanuelli si prepara a parlare e ad attraversare i cuori dei suoi lettori con il nuovo attesissimo romanzo ‘Tu, ma per sempre’ in uscita oggi, 8 ottobre, per la prima volta edito da DeA Planeta.

 

 

Benvenuto, Roberto. Oggi, è uscito il tuo nuovo romanzo “Tu, ma per sempre”. Come lo presenteresti ai nostri lettori?  

Sono emozionato di presentare qualcosa che è nato dentro di me, dalle mie emozioni. ” Tu, ma per sempre” racconta la storia di Lorenzo e Marzia. Lorenzo è un musicista di trentasette anni che proviene da una famiglia molto umile di Roma e sposa una donna molto ricca. Dall’altra parte c’è Marzia, una diciottenne che si appresta ad affrontare le iniziali sfide della vita come la Maturità e l’amore per Riccardo. Il mondo di Lorenzo incontrerà da subito quello di Marzia e sin dall’inizio lui aiuterà Marzia a preparare una canzone per il suo ragazzo. Al centro di questa storia, ci sono elementi che descrivono l’amore in tutte le sue sfaccettature come l’amicizia e la famiglia. Ma soprattutto, emergerà un tema importante come l’amore per se stessi che dovrebbe essere qualcosa di primordiale per tutti. Se non ami prima te stesso, è difficile riuscire ad amare davvero qualcuno.

 

Cosa c’è di Lorenzo all’interno di te?  

Ci lega l’amore per la musica. La musica, per me, è qualcosa di fondamentale. Ho studiato pianoforte, sin da bambino e continuo ad amare la musica ancora oggi. Entrambi proveniamo dalla periferia di Roma e siamo molto semplici. Quando scrivi una storia, ci sono spesso degli aspetti emotivi e psicologici che riguardano lo scrittore.

 

Quale messaggio pensi e speri arrivi ai lettori che leggeranno  “Tu, ma per sempre” ?

Bisogna credere nell’amore, libero da qualsiasi sovrastruttura. I soldi, il successo non possono legare gli amori. L’amore accompagnato da sentimenti sinceri e veri è l’unica cosa che ci salva. Prima di ogni cosa, però, bisogna cercare quell’amore per se stessi che spesso ci manca. Quando non amiamo prima noi stessi, pensiamo di amare gli altri credendo che gli altri possano completare i nostri pezzi mancanti. Invece, dobbiamo cercare di essere completi a prescindere da chiunque. Solo allora, abbiamo la possibilità di amare e di sentirci amati, portando qualcosa di più bello nella nostra vita.

 

Arrivati al quarto romanzo, ti senti cambiato a livello umano e professionale? 

Ieri, ho incontrato un mio amico che conosco da prima che diventassi uno scrittore. Non ci vedevamo da un po’ e mi ha detto: ” Sai, ti trovo identico a prima’. Credo di essere lo stesso di sempre. La mia vita non è cambiata. Vivo sempre nello stesso quartiere, faccio le stesse cose di sempre. A livello professionale, ho la fortuna di fare un lavoro che amo e che mi onora. Scrivere è un privilegio. Spero che ci sia un’evoluzione costante nella mia scrittura. Mi auguro di poter raccontare con fluidità e semplicità i sentimenti.

 

La tua scrittura  è arrivata ai lettori anche grazie ai social, dove hai riscosso grande successo. Come vivi i social? 

Tutto è nato grazie a quella che io chiamo la mia seconda famiglia. I social sono stati il motore di tutto. Vivo i social molto bene, sono stati qualcosa di positivo nella mia vita.

 

Sei letto molto più dalle donne che dagli uomini. Cosa ne pensi?  

Le donne leggono molto di più e per me, è un onore che leggano anche i miei libri. Il mondo femminile è molto più complesso e profondo del nostro. Sapere che le donne mi apprezzano, è una fortuna grandissima. Se posso far del bene anche ad una sola persona, con le mie parole, è una vittoria.

 

Oggi, cosa rappresenta per te la scrittura? 

Un modo per stare bene, per salvarmi anche da me stesso e dalle mie paure. Rappresenta la libertà e quella magia che volevo.

 

 

Roberto Emanuelli vi aspetta in libreria con il nuovo romanzo ‘Tu, ma per sempre’. 

 

 

COMMENTI