Petrademone 3: Manlio Castagna presenta il suo nuovo romanzo

Ottobre 27, 2019 di Gaia Giovannone

Petrademone 3, il destino dei due mondi: Manlio Castagna ha presentato al bookshop del Marte di Cava de’ Tirreni il suo nuovo libro

Finalmente adesso possiamo scoprire come vanno a finire le avventure di Frida e dei suoi compagni. È uscito infatti lo scorso 22 ottobre Petrademone 3, il destino dei due mondi; la firma è ovviamente sempre di Manlio Castagna che ha presentato ai ragazzi accorsi l’ultimo capitolo della storia delle sue creature, così somigliante alle atmosfere di Stranger Things.

“Molti pensano mi sia ispirato a Stranger Things ma la verità è che nel 2016 ho iniziato a scrivere la prima versione di Petrademone il 4 agosto per poi finirla il 4 ottobre; il 9 ottobre io e Simona eravamo sul divano e abbiamo deciso di iniziare questa serie con cui abbiamo trovato talmente tante similitudini che nessuno avrebbe creduto che non l’avessi mai vista prima. Ho addirittura dovuto cambiare tante cose perché nel romanzo c’erano dei riferimenti molto molto vicini”.

Petrademone 3, alla scoperta del destino dei due mondi

L’universo parallelo dove si ritrovano Frida e i suoi amici, infatti, inizialmente era chiamato “sottomondo” quasi come il “sottosopra” di Stranger Things. Questi piccoli cambiamenti comunque non ci hanno impedito di conoscere a fondo la coraggiosa eroina della storia. Stavolta si troverà a dover sconfiggere i nemici che quasi sconfinano anche nella terra degli umani. Tra tempeste, cataclismi e creature mostruose, ci immergiamo in un viaggio alla scoperta di se stessi e alla scoperta del destino dei due mondi.

Il tutto è ambientato oggi ma negli anni ’80 perché “se scrivo di ragazzi devo sapere di cosa parlo e quindi, per stare nella mia zona di comfort, attingere alla mia infanzia che è stata in quel periodo” ha spiegato Castagna. “Ma c’è un motivo ancora più preciso e importante: oggi con il cellulare il senso di avventura si è molto ridotto perché tutti i misteri possono essere risolti immediatamente con Google. Infatti, in molte opere horror, i protagonisti entrano in una casa (o altrove) e improvvisamente i telefoni non prendono più o si scaricano”.

Lo spirito avventuriero e l’interesse per le novità in alcuni ancora rimane. Sono i giovani curiosi che chiedono all’autore i consigli per scrivere; Manlio cita le 6 regole di Stephen King per poter fare un grande romanzo: leggere, leggere, leggere, leggere, leggere, leggere. “Non c’è altro” conclude. “Non esiste uno scrittore che non sia anche un grande lettore perché non c’è modo migliore per imparare a mettere le parole sulla carta. Leggere vi fa diventare esseri umani migliori”. Infatti siamo sicuri che la lettura di Petrademone 3 ci farà sentire davvero molto meglio.

COMMENTI