giovedì , 23 Maggio 2019
Sanremo 2019: La conferenza di presentazione con Baglioni, Bisio e Raffaele | FOTO
Claudio Baglioni, il management Rai e gli altri conduttori alla conferenza di apertura di Sanremo 2019

Sanremo 2019: La conferenza di presentazione con Baglioni, Bisio e Raffaele | FOTO

Il direttore artistico Claudio Baglioni presenta insieme ai co-conduttori Claudio Bisio e Virginia Raffaele il Festival di Sanremo 2019. In diretta dalla sala stampa Thomas Cardinali e Alfonso Scarfone.

Finalmente è tutto pronto per l’inizio del Festival di Sanremo 2019. In diretta dalla sala stampa del Teatro Ariston, con il collegamento della Sala Stampa Lucio Dalla in streaming dal PalaFiori. Grande attenzione su Claudio Baglioni, il “dirottatore artistico” di questa edizione al centro delle polemiche per un presunto conflitto d’interesse e per il tema migranti nelle ultime settimane.

whatsapp image 2019 02 04 at 12.43
Claudio Bisio scherza con i fotografi a Sanremo

Proprio su questo interviene direttamente Teresa De Santis direttrice di Rai 1: “Per evitare di finire sulle strettoie di un tema che non ritengo fondante, un altro tema è quello del conflitto di interessi. Questo tema è molto vago, non ne parlo dal punto di vista tecnico perché riguardano ambiti legali che non mi competono. Ne parlo concettualmente per quella che è la mia esperienza. La produzione musicale di un paese come l’Italia non è molto sviluppata, è un industria che deve far tesoro di contiguità. Può esserci possibilità di ottenere artisti che non avremmo potuto ottenere senza rapporti amicali, che però non sono nella struttura del Festival di Sanremo”

La direttrice continua poi citando la carriera di Claudio Baglioni, che è la garanzia migliore su cui può contare la Rai: “Un grande evento internazionale è il Live AID, è molto frequente che siano le amicizie del management a portare al massimo. Questo non vuol dire non avere la coscienza della qualità, nel caso di Claudio Baglioni quando si fa un contratto ad un artista vivente e operante è chiaro che abbia rapporti con l’industria. Sta alla sua coscienza, che credo sia molto forte portare avanti il risultato e la certezza di un prodotto. Non credo che Claudio Baglioni si voglia smentire rispetto al risultato dell’anno scorso, non penso che voglia buttare alle ortiche 50 anni di carriera e grandi collaborazioni per queste cose vedendo la sua arte denigrata. Non credo che abbia bisogno di sovvenzioni perché non muore di fame, non credo che abbia bisogno di questo. Stimo il lavoro di Claudio Baglioni, non c’è nulla da aggiungere”.

whatsapp image 2019 02 04 at 12.43
I fiori di Sanremo per Virginia Raffaele

La chiosa per Rai 1 sul rapporto tra la direttrice e il direttore artistico e sulla famosa ormai “clausola di trasparenza: “Ho ereditato questo Festival di Sanremo dai colleghi che mi hanno preceduto, io e Claudio Baglioni siamo avviati verso una sempriterna amicizia non ci sono mai stati screzi. Scherziamo molto. Il lavoro di Claudio è di grandissima importanza, l’aver riportato tutto alla musica italiana con un lungo percorso raccogliendo suggestioni nel mondo è importante e sottolineabile. Noi dovremmo ricordarci che anche i nostri artisti sono soggetti internazionali, questo non è un festival di Sanremo autarchico e sovranista, ma bensì che sottolinea la nostra identità. Il lavoro di Claudio Baglioni quest’anno è stato coraggioso, non ha scelto solo prodotti di antica tradizione sanremese, ma anche quelli di frontiera e difficile. Io rispondo per l’aspetto artistico perché è questo il mio ruolo dopo la riforma Celli. Nelle trattative dopo la linea artistica tecnicamente i contratti si chiudono in altre sedi. Per quello che so esiste una clausola di trasparenza, ma possono parlarne le altre strutture non io. La TIM non ha contribuito nel modo più assoluto al contratto di Baglioni”

Claudio Fasulo sull’importanza e i numeri del Festival di Sanremo per l’edizione 2019: “Questo è il più grande show prodotto da un’azienda pubblica televisiva in Europa, Sanremo produce almeno 27 ore di televisione connesse al marchio Sanremo. Su Rai 1 produce circa 40 ore di televisione e ospiterà sul palco 263 artisti, ha un’orchestra di 55 elementi e questo è il motore della Rai indiscutibilmente. Questo però è anche il motore dell’industria musicale italiana, questo è un ruolo importante e non superfluo. Vi racconto quello che è l’indotto diretto del Festival di Sanremo: 5 serate di cui parleremo di giorno in giorno, c’è il Prima Festival che viaggia a 4,5 milioni di spettatori tutte le sere ed è in ascesa rispetto allo scorso anno. Quel parallelepipedo di cristallo che guardiamo Glass Box punta a catturare l’adrenalina e l’energia del festival di Sanremo che a casa ancora non abbiamo mandato. Il dopo Festival avrà un collegamento a Forte SantaTecla per raccontare il Sanremo By Night con Rocco Papaleo e Anna Foglietta. Sul sito ufficiale trovate le news, tutte le serate complete e sui profili social le interviste e i backstage dell’Ariston di Sanremo. La Giuria d’Onore è quella che vedremo in azione venerdì e sabato, quest’anno avrà una composizione alla quale teniamo molto ed è particolarmente competente con Mauro Pagani presidente”

Claudio Fasulo sottolinea come nessun operatore competente potrebbe mai mettere in dubbio che il cast di Sanremo 2019 non sia stato fatto per meritocrazia: “La clausola di trasparenza c’è, vi invito a riflettere che nella storia di Sanremo abbiamo avuto direttori artistici competenti ed esperti. Questa azienda non ha appaltato nulla all’esterno, stiamo facendo un lavoro basato sulla qualità del prodotto sia per gli artisti in gara e gli ospiti sfido chiunque valutando brani all’altezza ad ignorare la possibile presenza di Nek, de Il Volo e Francesca Renga. Le nostre scelte sono inattaccabili. Il primo ospite è Andrea Bocelli che col mondo a cui fate riferimento non ha alcun contatto“.

Vai a pagina 2 per tutte le dichiarazioni di Claudio Baglioni e le novità sul Festival di Sanremo 2019!

About Thomas Cardinali

Check Also

5426080406_6d14f9ef8f 310x165

Sanremo 2020: Mina alla direzione artistica del Festival?

Mina alla direzione artistica di Sanremo 2020? Parlano Massimiliano Pani e l'amministratore delegato Rai Salini.