La Strada per El Dorado compie 17 anni: 5 curiosità sul film DreamWorks

Marzo 31, 2017 di Valentina Albora

La Strada per El Dorado, usciva negli Stati Uniti esattamente 17 anni fa: ecco 5 curiosità sul capolavoro d’animazione della DreamWorks!
Il 31 marzo del 2000, esattamente 17 anni fa, usciva nelle sale statunitensi il terzo film d’animazione della DreamWorks, La Strada per El Dorado, rimasto nel cuore di grandi e piccini con i due carismatici protagonisti. Per festeggiare l’anniversario ecco 5 curiosità sulla pellicola!

1. Doppiati da due grandi attori, figli di due grandi attori!

El Dorado 2
Tullio e Miguel sono doppiati da due grandi volti del cinema italiano: rispettivamente Gianmarco Tognazzi e Alessandro Gassman, l’uno figlio del grande Ugo Tognazzi, l’altro di Vittorio Gassman, considerati tra gli attori nostrani che hanno fatto la storia. Anche gli americani non scherzano, comunque: in originale le due voci sono di Kevin Kline e Kenneth Branagh.

2. Avrebbe dovuto avere numerosi sequel come Shrek, ma…

Road
Tullio, Miguel, Chel e Altivo avrebbero dovuto vivere una serie di successive avventure dopo l’uscita da El Dorado: insomma, avremmo dovuto vedere una vera e propria saga d’animazione, un po’ come è successo per Shrek. Purtroppo i risultati al box-office furono deludenti: si tratta infatti dell’unico film DreamWorks a non aver guadagnato rispetto al budget iniziale. Per questo motivo sequel sono stati annullati.

3. Un’imprecisione storica

Schermata 2017-03-30 alle 13.43.09
Nel film l’esploratore alla ricerca di El Dorado si chiama Cortes, ma in realtà il vero conquistatore in cerca della leggendaria terra sarebbe Gonzalo Pizarro.

4. Tratto da un romanzo di Kipling

Kipling
La storia del film d’animazione è tratta da un romanzo di Rudyard Kipling, lo scrittore del più noto Il Libro della Giungla, titolato L’Uomo Che Volle Essere Re. Il libro parla di due truffatori che cercano di ingannare i nativi di una città isolata in Kafiristan, con risultati disastrosi, e ha ispirato un film con Sean Connery e Michael Caine.

5. Riferimento a un capolavoro di Spielberg

20060029698_F1
La scena in cui Tullio, Miguel e Altivo sono alla deriva in una barca e compare uno squalo è un ovvio riferimento al film del 1975 diretto da Steven Spielberg, che è tra l’altro uno dei co-fondatori della DreamWorks e produttore de La Strada per El Dorado.
Passate da Disney Castle ⁰o⁰

COMMENTI