Jessica Jones 3: Alcune dichiarazioni sui poteri di Jess e Trish

Giugno 21, 2019 di Gaia Giovannone

Direttamente dal mondo Marvel, Jessica Jones 3 è sbarcato su Netflix esattamente una settimana fa: ecco alcune dichiarazioni sugli ultimi episodi
Siamo sempre stati abituati a vedere battaglie epocali in tutti gli show della Marvel e Jessica Jones 3 non è stato da meno. Nel settimo episodio, però, c’è uno scontro che forse la supereroina avrebbe potuto evitare, secondo l’attrice che la interpreta.
Nell’episodio Il doppio mezzo wappinger, Jess e Trish – a corto di indizi – decidono di dirigersi nella città natale del villain di Jessica Jones 3. A circa metà episodio, la protagonista trova il corpo di Nathan Silva, un vecchio compagno di squadra del big bad, sotto il gazebo del cortile a casa dei suoi genitori. Jess torna perciò con sua sorella a New York e, nella scuola dove Sallinger è allenatore, c’è uno scontro davvero forte tra le due super forze.

Krysten Ritter ha ammesso che quella scena è stata per lei molto difficile perché non era d’accordo con il comportamento del suo personaggio in quel momento: “Non pensavo che Jessica avrebbe potuto farlo”. L’effetto di quest’azione, infatti, rende l’antagonista ancora più spietato spingendo Jessica a comprendere che ha ancora tanto da imparare sull’essere un eroe.

“Non avrebbe dovuto farlo. Non è stata la mossa giusta”, ha confessato “E questo fa parte del suo viaggio da supereroe in cui sta facendo degli errori perché ancora non sa bene come comportarsi”.

Melissa Rosenberg ha dichiarato di essere d’accordo con l’attrice, ecco le sue parole:

“Fa tutto parte del divertimento. Probabilmente farà la cosa sbagliata, ma c’è qualcosa di veramente soddisfacente a riguardo”.

La creatrice di Jessica Jones 3 ha parlato anche delle somiglianze tra il percorso di Trish e quello di Daenerys (Game of Thrones). Entrambi i personaggi, infatti, diventano i cattivi della storia dopo aver provato ad essere degli eroi.

“Non ci avevo pensato, ma è così. Ciò che amo di entrambe le storie è che non sono specifiche del genere. Il potere corrompe indipendentemente dal fatto che tu sia maschio o femmina. (…) Penso che, in questo caso sia Daenerys che Trish abbiano il permesso di seguire un percorso che in qualche modo sembra autentico”.

Continuate a leggerci su Talky per restare sempre aggiornati su Jessica Jones 3!

COMMENTI