Will Smith si pente di non aver fatto Matrix

Ottobre 8, 2019 di lorenzobagnato

 

Il più grande rimpianto di Will Smith è stato dire no alla saga di Matrix, parola dell’attore che svela come mai ha detto no alla possibilità d’interpretare Neo.

Mancano 3 giorni all’attesa uscita di Gemini Man, il nuovo film con Will Smith diretto da Ang Lee. Nel film Smith interpreta una versione di se stesso da giovane e da vecchio, ed alcuni giornalisti curiosi si sono chiesti quale fosse il più grande rimorso dell’attore, che ha sorpreso tutti svelando di essere stato ad un passo da interpretare Neo in Matrix al posto di Keanu Reeves.

Will Smith e quel no a Matrix

Tornerei indietro solo per dire a me stesso: ‘Bastardo, perchè non hai recitato in Matrix?!’” ha scherzato l’attore rispondendo ad una domanda di Jake Hamilton. In effetti in molti potrebbero condividere un rimorso simile, specialmente perché Will Smith era una delle primissime scelte per interpretare la parte di Neo. Egli, però, dovette rifiutare perchè già impegnato sul set di Wild Wild West. Ma mentre quest’ultimo fu un flop di critica e pubblico, Matrix è diventato un vero e proprio film di culto. Ancora oggi, dopo vent’anni, tutti si ricordano le sequenze più memorabili della pellicola, dal risveglio di Neo ai proiettili schivati. 

Matrix 4

Una lavorazione travagliata

A dire il vero, in molti rifiutarono di partecipare al leggendario blockbuster diretto dalle sorelle Wachowski. Nomi come Nicolas Cage, Brad Pitt, Val Kilmer e Johnny Depp furono passati in rassegna per la parte, ma fu un nulla di fatto. Come tutti sappiamo, infatti, la parte andò all’allora poco conosciuto Keanu Reeves, che dopo Matrix divenne uno degli attori più acclamati e riconosciuti di Hollywood

Probabilmente avrei soltanto rovinato il film”, conclude melanconico Will Smith. Egli ha rivelato qualche mese fa che non era tanto entusiasta della sceneggiatura, specialmente dopo un incontro con le Wachowski. E di fatto non era l’unico. Anche i produttori erano poco soddisfatti dello script, tanto che diedero come budget iniziale “appena” dieci milioni, necessari solo per la sequenza iniziale dell’inseguimento sui tetti. Dopo aver visto tale scena, però, i produttori si convinsero del valore artistico e commerciale dell’opera, finanziandola per intero.

Che tipo di interpretazione Will Smith avrebbe dato a Matrix non lo sapremo mai. Per ora possiamo solo goderci il recente video che sostituisce le facce degli attori con la tecnologia del Deepfake

COMMENTI