Ultimo: Per qualche fan “La Favola” si trasforma in incubo a causa di Putin

Luglio 5, 2019 di Enzo Bellini

Ultimo

Ultimo, nella serata di ieri, ha svolto il concerto “La Favola”. Concerto che per molti si è trasformato in incubo…

Ieri, 5 luglio, si è avverato uno dei sogni più grandi di Ultimo. Dopo 4 notti senza sonno e l’ansia, il cantautore ha cantato allo Stadio Olimpico della sua città, Roma, davanti a più di 60.000 persone.

O almeno, 60.000 persone sarebbero dovute essere quelle presenti per condividere l’emozione di un grande (o meglio, grandissimo) cantautore. Nella giornata di ieri, infatti, la città di Roma era bloccata. Non per il concerto di Ultimo, ma a causa dell’arrivo del politico russo Vladimir Putin.

A causa dei possibili attentati, infatti, le strade principali sono state chiuse, e molte fan – sembrerebbero all’incirca sulle 1500 – non sono riuscite a raggiungere lo Stadio Olimpico – dove si è tenuto il concerto di Ultimo – a causa della mancanza di parcheggi.

Ultimo: Per molti “La Favola” è diventata un incubo

Sono stata più di 5 ore in macchina. Non sono riuscita ad arrivare allo Stadio Olimpico. Nessuno mi sapeva dire dove poter parcheggiare“, scrive una fan sotto un post di Ultimo. E ancora, “Un vero e proprio incubo. Cercare parcheggio dal primo pomeriggio alla sera, per entrare a concerto quasi finito“, scrive un’altra. “Ma ora chi mi dà il rimborso?“, chiede un’altra.

Risposte che ad oggi non sono arrivate, né sono attribuibili all’organizzazione, poiché né HoniroUltimo erano a conoscenza delle problematiche al di fuori.

Ma se per molti fan la giornata di ieri è stata un vero e proprio incubo, per tanti altri è stato un sogno. Concerto completamente sold out che si è svolto al meglio, con più di 50.000 persone che hanno potuto abbracciare musicalmente il proprio idolo. Un idolo che, ad oggi, detiene il tremare anche chi è sulla scena musicale da più tempo. Un cantautore che, ad oggi, non si può far altro che dire che ce l’ha fatta.

COMMENTI