“Ti amo presidente” , l’inizio della favola tra Barack Obama e Michelle Robinson

Novembre 12, 2016 di Ambra Azzoli

La nascita dell’amore delle due icone mondiali che hanno segnato la storia degli Stati Uniti.

Ti Amo Presidente”, titolo originale “Southside With You”, è il film del regista esordiente Richard Tanne, che mette in scena in maniera teatrale il primo appuntamento dell’ormai ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama e la first lady Michelle Robinson .

Il regista, durante la campagna elettorale del 2008,venne a conoscenza di come i due si conobbero attraverso articoli e video, in cui raccontavano il loro primo appuntamento. Una coppia così diversa dalle altre, con un legame profondo ed unico. C’è da dire che Obama dovette sudarsi parecchio il primo appuntamento con Michelle, in quanto lei non sembrava affatto interessata a lui.

ti-amo-presidente-scena

Era l’estate dell’89, Barack era tirocinante presso uno studio legale di Chicago e Michelle era il suo supervisore. Il giovane avvocato, interessato da subito alla collega, la invitò più volte ad uscire e nonostante la reticenza di lei, dopo un po’, riuscì a strapparle un “appuntamento”. La giornata fu molto ricca: andarono ad una mostra d’arte, passeggiarono nel parco, videro un film al cinema, “Fà la cosa giusta”di Spike Lee, e per finire conclusero la serata mangiando un gelato da Baskin-Robbins, dove seduti su una panchina si diedero il primo bacio. Da quel momento tutto cambiò!

La scelta di far interpretare all’attrice Tika Sumpeter la parte di Michelle era già decisa da tempo. La Sumpeter oltre che protagonista è anche produttrice del film, in quanto rimase talmente conquistata dalla storia, che il suo unico obiettivo fu quello di darle vita e soprattutto far conoscere il punto da cui tutto ebbe inizio, prima che diventassero due icone mondiali.

La scelta dell’attore che avrebbe dovuto interpretare Obama, fu più complicato, ma alla fine assegnarla a Parker Sawyers si rivelò la decisione più azzeccata, grazie anche alla somiglianza dei due. L’attore ha dichiarato di essere sempre stato colpito all’ex Presidente, sopratutto dopo aver letto il suo libro I sogni di mio padre. Nell’autobiografia, viene spiegato il motivo di Obama di intraprendere gli studi giuridici e diventare avvocato, perché secondo lui  “il modo migliore di migliorare la società risiede nella capacità di cambiare le leggi”.

Il film è incentrato sul loro primo appuntamento, senza riferimenti alla carriera politica della coppia. Secondo il regista “Gli spettatori vedranno il film mantenendo le loro opinioni politiche sul Presidente […] Il mio obiettivo era di creare una storia d’amore moderna tra queste due persone.”

Nonostante la storia sia ben sviluppata e i due protagonisti interpretino nel migliore dei modi i loro personaggi, sembra una sceneggiatura più adatta ad un opera teatrale che per il grande schermo.

Il film diretto da Richard Tanne, sarà nelle sale dal 17 novembre!

COMMENTI