The Walking Dead 10×02: recensione, il passato di Alpha

Ottobre 31, 2019 di Giorgia Terranova

The Walking Dead 10

La seconda puntata della decima stagione di The Walking Dead si concentra su un nemico da sconfiggere, la terrificante Alpha.

Qualche dettaglio in più

Dedicato ad Alpha (Samantha Morton) questo secondo episodio della decima stagione di The Walking Dead, che non segue del tutto il vincente schema della scorsa premiere. Avevamo già visto Alpha all’inizio dell’apocalisse zombie. Con un evidente maschera da mamma amorevole e tranquilla. Assassina fredda e violenta che finalmente si mostra agli occhi di tutti. In particolare a quelli di una dolce Lydia (Cassady McClincy) bambina. Questa seconda puntata però si concentra sui suoi metodi, sul suo codice morale e sul suo rapporto con Beta (Ryan Hurst). E su come tutto è cominciato. Alle prese con una Lydia dodicenne che vuole essere forte come sua madre. Da sole lottano contro la morte che li circonda. Già allora confondendosi tra le orde, fingendo anche loro di essere zombi.

Dal Governatore a Terminus, da Negan ad Alpha

Un’antagonista particolarmente inquietante e, a volte, inverosimile. Ma The Walking Dead ci insegna che la fine del mondo come tutti lo conoscevano cambia radicalmente le persone. Basti pensare ai protagonisti delle prime stagioni, a come sono diversi Carol (Melissa McBride), Daryl (Norman Reedus), Michonne (Danai Gurira) e, ricordiamo, anche lo stesso Rick (Andrew Lincoln). Alpha sembra infatti proprio il nemico da sconfiggere che ci si aspettava. Dopo Negan (Jeffrey Dean Morgan) c’era bisogno di qualcuno di realmente spaventoso e crudele. E ciò che ha fatto durante la fine della nona stagione prova che la sua cattiveria non si ferma davanti a nulla.

The Walking Dead - Samantha Morton
Samantha Morton in una scena della decima stagione di The Walking Dead

Vivere vs Sopravvivere, tema di The Walking Dead

Nessun tentativo di empatizzare con lei, ma solo quello di chiarire perché le persone la seguono. Il suo rapporto, vicino ad un amore malato e morboso, con Beta. E, soprattutto, quanto conti la lealtà per lei. Non vedendo neanche per qualche secondo, se non alla fine, nello sguardo tra Alpha e Carol, i vecchi protagonisti della serie. Era prevedibile che avrebbero ripreso una delle scene più riuscite e comunicative delle ultime stagioni. Tra rabbia e odio negli occhi delle due donne. Una puntata che procede forse troppo lentamente, ma che chiarisce un po’ il percorso di Alpha e il suo incontro con Beta. Come la sua tenacia e volontà di proteggere la figlia.

Chi sono I morti che camminano?

Un episodio di passaggio, che racconta le difficoltà con cui vivere tra le orde di zombi comporta. Quanto non solo la paura, ma anche l’idea di essere al sicuro e non avere alternative, sono gli elementi che portano i seguaci di Alpha a non abbandonarla. Ma forse qualcuno è tentato dalla vita ad Alexandria e Hilltop, e non ad una continua lotta di sopravvivenza. Fingendosi morti, come gli zombi, finendo per credere davvero che quello sia il loro destino. Che l’unico modo per continuare a vivere sia essere già morti.

COMMENTI