The Handmaid’s Tale: Il terrorismo sta arrivando a Gilead | SPOILER

Maggio 1, 2018 di chiaraminicozzi

Elisabeth Moss in The Handmaid's Tale

Il produttore esecutivo di The Handmaid’s Tale, Warren Littlefield, parla del ruolo del movimento Mayday nella seconda stagione dello show.
I primi due episodi di The Handmaid’s Tale ha visto June (Elisabeth Moss) fuggire dalle grinfie di Gilead, aiutata da quelli che possiamo solo supporre siano i membri del movimento di resistenza, chiamato Mayday. Secondo il produttore esecutivo Warren Littlefield, che ha parlato con TvGuide, questo movimento provocherà dei seri riverberi nella seconda stagione.

“Mandai diventa una parte molto importante della seconda stagione. Non si può avere un mondo dispotico come Gilead senza aspettarsi una potente resistenza e una feroce lotta. Sfortunatamente il mondo in cui viviamo lotta con il terrorismo, è solo appropriato per noi introdurre questo elemento nel mondo di Gilead e  mostrare quali saranno veramente le ramificazioni di questa presenza.”

Quando si sta lottando contro un governo totalitario che ha una brutta presa su ogni aspetto della vita dei propri cittadini, è solo naturale dire che le misure estreme sono la sola via per scalfire il controllo di Gilead, il che è esattamente quello che potrete aspettarvi dai restanti episodi della seconda stagione di The Handmaid’s Tale.

Ma noi dobbiamo forse tifare per questi terroristi? Secondo Littlefield questa è una questione sul quale lo spettatore si troverà dibattuto.

“Il terrorismo contro questo regime è una buona cosa? Una cosa cattiva? Quali sono le perdite di ogni atto terroristico?”

Queste sono le domande a cui gli spettatori dovranno trovare risposta da soli quando Mayday farà eventualmente la sua mossa. Littlefield aveva già fatto delle dichiarazioni sulla seconda stagione di The Handmaid’s Tale che potete leggere qui.
I nuovi episodi di The Handmaid’s Tale 2 andranno in onda in America sul canale streaming Hulu il mercoledìmentre in Italia saranno disponibili su Tim Vision il giorno dopo.
Non dimenticate di passare dalla pagina The Handmaid’s Tale Italia.
 

COMMENTI