Sherlock 5: Martin Freeman, “Dovrà essere qualcosa di molto speciale”

Agosto 19, 2019 di Valentina Turci

Martin Freeman si dichiara aperto a Sherlock 5, ma la tanto attesa nuova stagione arriverà mai? Le parole dell’attore sul futuro.

Sherlock è una delle serie tv più amate dal pubblico e dal 2017, anno in cui è andata in onda la Quarta Stagione, i fan fremono per rivedere Benedict Cumberbatch e Martin Freeman sul piccolo schermo. Proprio l’interprete di John Watson, dopo che negli ultimi anni ha speso parole certamente poco apprezzabili nei confronti dello show, è tornato a parlare del futuro di Sherlock.

Martin Freeman, in un’intervista a Collider, ha parlato di un’ipotetica Quinta Stagione di Sherlock e di quanto la sua realizzazione sia difficile a causa degli impegni del cast e degli autori:

“Ne parliamo raramente perché Mark Gatiss, Steven Moffat, gli sceneggiatori, Benedict Cumberbatch e io siamo abbastanza fortunati non solo di lavorare su qualcosa che ci piace e a cui siamo interessati, ma sappiamo cos’è Sherlock. A caval donato non si guarda in bocca perché questo tipo di cose accadono raramente. E’ un enorme successo internazionale.”

Ormai quando si parla della Quinta Stagione, che si tratti del cast o degli autori, il problema sta nei numerosi impegni di tutti ma non solo. Secondo l’attore Martin Freeman il finale dell’ultima stagione è semi-aperto, cioè lascia la possibilità sia di chiudere la storia che di continuarla se ci fossero delle buone idee. Ed è proprio grazie a una buona idea che l’interprete di John Watson ritornerebbe in Sherlock:

“Se fosse qualcosa di davvero speciale, se fosse qualcosa di davvero interessante e sostanzioso, allora credo che saremmo tutti aperti a tornare. Sherlock è sempre sembrato un pò come un evento.” ha dichiarato Martin Freeman. “Quindi se ne facessimo di più ne dovrà valere la pena. Non potremmo tornare con qualcosa di mediocre. Dovrà essere qualcosa di molto speciale. Sherlock è quel tipo di show.”

Rimani aggiornato seguendo le pagine Facebook: Sherlock Italy,  Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita

COMMENTI