martedì , 16 Luglio 2019
Stranger Things 3: I 5 momenti migliori della nuova stagione

Stranger Things 3: I 5 momenti migliori della nuova stagione

Stranger Things 3 è finalmente arrivata su Netflix, vediamo insieme cosa è successo in questa terza stagione (l’articolo potrebbe contenere degli spoiler) 

Lo scorso 4 luglio Stranger Things 3 è tornato su Netflix con le nuove avventure di Will e i suoi amici. Il gruppetto di Hawkins affronterà un momento di difficoltà per poi ritrovarsi più unito di prima ricordando che l’amicizia è più forte della paura e dell’oscurità.

Stranger Things 3: Steve e Robin al centro commerciale

stranger things 3 robin e steve 1024x511

È stata innanzitutto molto apprezzata l’aggiunta al cast di Maya Hawke (figlia di Ethan Hawke e Uma Thurman) che ha interpretato la nuova componente del famoso gruppetto di amici. Robin è una ragazza sveglia e intraprendente che ha subito preso parte alla battaglia contro i nuovi nemici insieme a Dustin, Erica e Steve. Ed è proprio insieme a quest’ultimo che ci regala una delle scene più belle della serie. A causa di alcune sostanze che i villain gli hanno iniettato, i due ragazzi iniziano a comportarsi come se fossero usciti totalmente fuori di testa. Si ritrovano poi infatti al cinema a vedere Ritorno al futuro senza capirlo minimamente e successivamente sul pavimento dei bagni dove, dopo aver ripreso un po’ di lucidità, parlano dei loro sentimenti.

Poi, oltre all’iconico film in sala anche i colori dei loro vestiti e persino quelli delle piastrelle delle toilet ci hanno fatto fare un ulteriore tuffo nei magici anni ’80.

Stranger Things 3: Nancy con la pistola

stranger things 3 nancy 1024x509

In questo nuovo ciclo di episodi Nancy si è rivelata un’eroina tosta e impavida; già dai primi momenti ha cercato di ribellarsi ad un ambiente di lavoro ostile e sessista dimostrando molto coraggio. È infatti soprattutto grazie a lei che i protagonisti iniziano ad indagare su uno dei misteri della stagione – che è partito dall’apparentemente semplice segnalazione di alcuni topi rabbiosi – ed è lei che salverà la situazione in più di un’occasione facendo sempre ovviamente squadra con Jonathan e con gli altri.

Stranger Things 3: Il flashback di Billy

image005 1024x512

Questa è la stagione che segna il ritorno dei mind flyers che, stavolta, si impossessano di più di una persona creando un vero e proprio esercito. Tra questi c’è anche Billy e, per cercare di combattere il male, Undici prova perciò a scoprire un po’ del passato del fratello di Max; con i suoi poteri, la ragazza capisce così che il comportamento di lui è determinato dai traumi infantili causati da un padre violento.

Stranger Things 3: La lettera di Hopper

stranger things 3 eleven

L’improvvisa (ma forse momentanea?) uscita di scena di Hopper è stata un gran colpo di scena per tutti. E, se gli spettatori sono rimasti scioccati da questo addio, si può facilmente intuire lo stato d’animo di Joyce e soprattutto di Undici che, quando la situazione si stabilizza, trova un’emozionante lettera con un discorso a cuore aperto per lei:

C’è qualcosa di cui volevo parlare a tutti e due. So che è una conversazione difficile ma io voglio bene a entrambi, moltissimo. E so che anche voi vi volete bene moltissimo ed è per questo che è importante che fissiamo dei limiti nell’andare avanti così da poter costruire un ambiente in cui ci sentiamo tutti… a nostro agio; ci sentiamo… liberi… di condividere i nostri sentimenti. Sentimenti. La verità è che per tanto tempo ho dimenticato cosa fossero. Ero bloccato in un luogo, una caverna, potremmo dire. Una caverna buia e profonda… finché non ho lasciato degli eggos in mezzo ai boschi e tu sei entrata nella mia vita e, per la prima volta – dopo tanto tempo – ho ricominciato a provare qualcosa, ho iniziato a essere felice. Ultimamente, però, mi sono sentito lontano da te come se tu ti stessi allontanando da me. Mi mancano i giochi da tavolo la sera, fare waffles spettacolari a tre strati al tramonto, guardare film western insieme prima di crollare dal sonno… ma stai diventando grande. Cresci. Cambi. E credo, se devo essere sincero, che questo mi spaventi. Non voglio che le cose cambino quindi credo che forse per questo sono venuto qui: per tentare forse di fermare quel cambiamento, per portare indietro il tempo e far tornare tutto come era prima. Ma so di essere ingenuo: non è così che funziona la vita. Va’ avanti, va’ sempre avanti, che ti piaccia o no. E sì, a volte è doloroso, a volte è triste e a volte è sorprendente, gioioso. Perciò sai che ti dico? Continua a crescere, piccola. Non lasciare che io ti fermi. Commetti i tuoi errori, impara da essi e quando la vita ti fa male, perché te ne farà, ricorda quel dolore. Il dolore fa bene, vuol dire che sei fuori da quella caverna. Ma, ti prego, se non ti dispiace – per amore del tuo povero e vecchio papà – tieni la porta aperta di 10 centimetri.

Stranger Things 3: La canzone di Dustin

stranger things 3 suzie 1024x500

Nonostante le commoventi parole di Hopper ci hanno accompagnato verso la fine della stagione, gli ultimi minuti sono stati rallegrati da Lucas e Max che prendono simpaticamente in giro Dustin per aver scoperto la canzone che lui e la sua fidanzatina, che all’inizio tutti credevano fosse inventata, si cantano insieme a vicenda. Si tratta di The Neverending Story e il loro duetto è diventato iconico perché ha spezzato la tensione durante uno dei momenti più tesi della stagione in cui i protagonisti cercavano di scoprire il valore esatto della costante di Planck per sbloccare un importante codice.

About Gaia Giovannone

"Mi sento vivo solo se sfilo la stilo e scrivo"

Check Also

Stranger Things 3

Stranger Things 3: L’ultimo trailer promette grandi rivelazioni e molte scene d’azione| VIDEO

Il pericolo e la minaccia del Demogorgone costringe i protagonisti di Stranger Things 3 all’azione: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *