lunedì , 22 Luglio 2019
Tom Clancy’s Jack Ryan stagione 1: La recensione finale

Tom Clancy’s Jack Ryan stagione 1: La recensione finale

Come promesso, eccomi qui a parlarvi della prima stagione di Jack Ryan. Le sensazioni positive descritte nel pilot review si sono confermate in pieno anche alla fine degli 8 episodi della serie Amazon Prime Video.

Contesto e Storyline di Tom Clancy’s Jack Ryan.

La storia costruita da Cuse e Roland non è solo un ottimo thriller di spionaggio che sfrutta al meglio le potenzialità di un personaggio iconico come Jack Ryan, ma riesce anche a far riflettere su questioni delicate e di stringente attualità come il terrorismo, l’emigrazione, i sensi di colpa e le incomprensioni fra due modi di intendere la vita e il mondo, che, se superati, potrebbero portare a una pacifica convivenza.

ryan17 e1536052028334
James Greer e Jack Ryan durante una briefing alla CIA.

Proprio per poter affrontare queste tematiche, gli autori hanno sganciato il terrorista Suleiman dalla logica legata ad Isis e compagnia, cercando di proporre un cattivo nato più per vendetta personale che sceglie di diventare un leader e sceglie di essere lui stesso fulcro e simbolo del suo movimento.

Ormai non esistono più i cowboy buoni con i cappelli bianchi e quelli cattivi con i neri, le parti si mischiano, si invertono e all’interno di tutto ciò c’è spazio anche per delle ministorie come quella del pilota di Droni che scopre di aver ucciso per un ordine errato un poveretto padre di famiglia in medio Oriente e decide di partire per espiare la sua colpa.

ryan12
Una drammatica scena tratta da Tom Clancy’s Jack Ryan.

Tornando alla Storyline principale, si capisce da subito che i due creatori della serie hanno letto e riletto Clancy più volte e sono riusciti a darci un’immagine più che veritiera di Jack Ryan giovanile. Jack Ryan infatti non è un uomo d’azione anche per via dei problemi avuti dopo un grave incidente di elicottero, lui è più un ragionatore, uno stratega che un Rambo. Se per altri eroi letterari, cinematografici o televisivi possiamo affermare che vanno incontro all’azione, Jack Ryan interviene solo se l’azione gli viene addosso e se accade, sa come cavarsela.

Il giovane Jack Ryan.

Per tutta la serie Amazon di Jack Ryan, il protagonista è quasi sempre trascinato dentro una sparatoria, un attentato, un inseguimento. Lui è più sicuro di sé, coraggioso e quasi rasenta la sfacciataggine quando è fra i corridoi del Bureau della CIA. Non teme di dire la propria opinione, nemmeno davanti al Presidente USA e non gli interessa che sia condivisa o meno. Il bello di Jack Ryan è proprio questa sua capacità di analisi degli accadimenti fatta utilizzando il suo intuito ma soprattutto la sua abilità nel comprendere le intenzioni di uomini che lui nemmeno conosce, ma che riesce a giudicare in modo preciso e puntuale dai fatti che li circondano.

ryan20 e1536052150404
Jack Ryan in giro per il mondo.

L’intuito è parte integrante di Jack Ryan e non potrebbe che essere così. Egli è in fin dei conti un ragazzone che prova ad avere una vita normale e lo capiamo nelle parti in cui fa la corte alla dottoressa Cathy Mueller, personaggio sul quale torneremo fra non molto. Qui è importante capire che se il Jack Ryan analista esperto dei romanzi è ciò che è lo deve agli anni giovanili raccontati nella serie TV che deve, per forza di cose avere come riferimento quel modello e mostrarci il suo percorso di crescita e maturazione che lo porterà ad essere l’analista esperto della CIA nato dalla fantasia di Tom Clancy.

I personaggi principali di Tom Clancy’s Jack Ryan.

Suleiman

Interpretato da Ali Suliman, è il villain della prima stagione di Jack Ryan. Un personaggio che ha vissuto sulla propria pelle, la morte e la distruzione, provando a integrarsi nel mondo occidentale, accettando anche di vivere ai margini di una Parigi multietnica, ma pagando di persona con il carcere un errore del fratello Ali. Sarà proprio la sua permanenza in carcere ad aprirgli un nuovo orizzonte di vita e la volontà di agire contro gli invasori e i nemici della fede.

ryan13 e1536052241561
Suleiman è il villain contro cui Jack Ryan si misura.

Suleiman è freddo e determinato, un leader nato ma mostra debolezze che alla fine si ritorcono contro di lui, permettendo a Jack Ryan e Greer di sventare il suo diabolico piano. Una di queste debolezze è certamente la famiglia, un qualcosa che prova a salvaguardare come meglio può. Ma il suo fervore per la causa islamica ormai lo hanno trasformato in qualcosa che Hanin, la bella moglie di Suleiman, non riconosce più come il marito di una volta.

Questo abbandono unito alla perdita dell’amato fratello Ali, lo rendono forse più spietato ma anche meno freddo e sicuro dei propri mezzi. Nella scena finale è infatti la famiglia che gli fa commettere l’errore fatale che pone fine alla stagione 1 di Jack Ryan.

James Greer.

Tom Clancy’s Jack Ryan si è portato dietro pochi personaggi letterari, ma James Greer era quasi indispensabile. La rilettura che ne fanno Cuse e Roland è stupenda come è perfetta l’interpretazione di Wendell Pierce. Qui abbiamo un Greer ancora sul campo e capace malgrado la pancetta, di fare ancora la sua bella figura sul campo.

Lui è un po’ il mentore di Jack Ryan, ma lo fa quasi senza rendersene conto, sono l’uno funzionale all’altro e il ruolo di capo di Jack si affievolisce nel corso della stagione 1 fino a sfociare in un rapporto di amicizia del tutto particolare. Greer è meno idealista di Jack Ryan, è la parte pratica e disincantata del lavoro di Agente CIA.

ryan21 e1536052479603
James Greer è un ottimo capo per Jack Ryan.

La sua religione è quella musulmana e non si tratta di un particolare da poco, considerando l’ambientazione entro cui agiscono i personaggi della serie Amazon. Non si tratta di un credo solo sulla carta, ma di una fede attiva, una dimostrazione chiara che non si può e non si deve fare di tutta l’erba un fascio, ghettizzando o criminalizzando solo perché si è arabi o si crede in una religione diversa dalla nostra.

Cathy Mueller.

Lei è la donna che fa perdere la testa a Jack Ryan. Lei è un brillante medico esperto di malattie infettive che ha operato con successo nel contenimento di Ebola. Una donna già esperta, una bellezza non appariscente e con una forte personalità che non poteva non attrarre il giovane Ryan.

ryan18 e1536052530811
Abbie Cornish è Cathy Mueller.

Cathy è interpretata da Abbie Cornish e porta sullo schermo una compagna perfetta per il nostro eroe e rappresenta in parte la normalità in una vita, quella di Jack Ryan, che di normale non ha nulla ovviamente. Con lei Jack è finalmente capace di parlare, confidarsi e proprio la maturità mentale del personaggio che riesce a renderla perfetta e credibile andando oltre l’aspetto prettamente fisico.

Valutazioni e conclusioni su Tom Clancy’s Jack Ryan a pagina 2!

About Michele Li Noce

Check Also

The Marvelous Mrs Maisel

The Marvelous Mrs Maisel: alcuni dettagli sulla terza stagione

Tony Shalhoub parla della terza stagione di The Marvelous Mrs Maisel e di come le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *