lunedì , 26 Agosto 2019
Chernobyl 1×01: Recensione del primo episodio “Ore 01.23′.45”

Chernobyl 1×01: Recensione del primo episodio “Ore 01.23′.45”

La mini serie sul disastro di Chernobyl prodotta da Sky e HBO è arrivata anche in Italia trasmesso il primo dei cinque episodi previsti.

26 aprile 1986, ore 01.23′.45”. Durante un test, il reattore numero 4 della centrale nucleare ucraina di Chernobyl, situata a pochi chilometri di distanza dal confine con la Bielorussia, esplode, lanciando in aria una quantità incredibile di materiale radioattivo, e creando una nuvola radioattiva che attraverserà tutta l’Europa.

Il peggior disastro nucleare della storia, assieme a quello di Fukushima, arriva ora sugli schermi attraverso questa miniserie che già ha ottenuto enormi consensi, anche se in parte è stata criticata dai russi.

Chernobyl

La storia di Chernobyl vede nel suo primo episodio partire immediatamente, dopo un breve prologo su colpevoli ed eroi, dal momento dell’esplosione della centrale e dalle prime concitate ore che produrranno una serie di colpevoli ritardi nell’evacuazione della popolazione Prypiat, la cittadina dormitorio situata a soli 3 km dalla centrale, dalla quale ignari cittadini e pompieri inviati a domare l’incendio (dotati di una più che carente protezione dalle radiazioni) resteranno vittime.

Estremamente efficace questo primo episodio di Chernobyl con l’accurata ricostruzione della centrale e della cittadina, che vede, senza dare una precisa spiegazione sull’incidente (ma fino ad oggi ci sono ancora numerose teorie, incluse anche le solite complottistiche sull’incidente), ma che in realtà ci mostra le gravissime errate decisioni di gestione sul momento, i mezzi tutt’altro che adeguati, ma al tempo stesso l’eroico sacrificio degli impiegati della centrale, alla fine ben consci del disastro e pronti a tutto pure di impedire qualcosa di ancora più devastante, ai quali si aggiungono pompieri e altri soccorritori che saranno vittime ignare o a volte consapevoli dei terribili effetti delle radiazioni.

Chernobyl

La miniserie Chernobyl nel prosieguo delle puntate affronterà gli insabbiamenti e i misteri legati all’incidente nucleare, che è bene ricordare non divenne qualcosa di ben peggiore, nonostante i terribili effetti su tutta Europa, grazie al sacrificio dei tecnici e volontari che riuscirono ad impedire al nocciolo ormai fuso di raggiungere la falda acquifera, evitando che il numero dei morti passasse dalle migliaia a milioni di morti nelloo spazio di breve tempo.

Ottimo il cast di Chernobyl che vede nella prima puntata da Jared Harris (Mad Men, The Terror, The Crown) che interpreterà Valery Legasov, lo scienziato sovietico scelto dal Cremlino per indagare , alla giovane Jessie Buckley (Taboo) che interpreta Lyudmilla Ignatenko, la giovane moglie di Vasily, un vigile del fuoco che non riuscirà a evitare l’esposizione alle radiazioni della centrale nucleare di Chernobyl , ma nelle prossime puntate si delinerà il cast completo.

Chernobyl

Senza dubbio già da questo primo episodio, emerge chiaramente l’estrema qualità della miniserie, fin dalle prime drammatiche scene. Una serie scritta da Craig Mazin (Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio),e diretta da Johan Renck (Breaking Bad, Blackstar). Che vede come produttori esecutivi per Sister Pictures: Jane Featherstone (Humans, Broadchurch) e Craig Mazin, affiancati da Carolyn Strauss (Il Trono di Spade, The Wire) per The Mighty Mint e Gabriel Silver per Sky. La serie è co-prodotta da Johan Renck e Chris Fry (Humans, The Smoke) e prodotta da Sanne Wohlenberg (Black Mirror).

Senza dubbio come già in USA e con polemiche in Russia (che hanno deciso a loro volta di produrre una serie con la loro versione dei fatti, legate anche a trame di spionaggio), la serie è destinata a portare alla ribalta anche nel nostro Paese il mai sopito dibattito sull’impiego dell’energia nucleare e della gestione della scorie prodotte. Di sicuro un primo effetto lo ha già avuto superando nel punteggio di IMDB nei pareri di critica e pubblico rispetto a serie già leggendarie come Game of Thrones e Breaking Bad.

Continua a seguire sul gruppo Punto Sky Italia tutte le novità sulle produzioni originali!

About Roberto Leofrigio

Check Also

Skam Italia

Skam Italia: Ecco i motivi per cui non merita la cancellazione

Skam Italia è stato cancellato, ecco i motivi per cui invece dovrebbe proseguire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *