Sanremo 2019: Beppe Vessicchio guarderà il Festival dal divano di casa sua

Gennaio 17, 2019 di Stefano Marra

Sanremo 2019 è vicino, i preparativi sono quasi ultimati ma come accadde nel 2017, anche questa edizione del Festival non vedrà la presenza del noto Maestro Beppe Vessicchio. 

Sanremo senza Vessicchio ha uno strano sapore, già nel 2017 i più affezionati avevano storto il naso scagliando non poche polemiche verso questa decisione. L’annuncio: “Dirige l’orchestra il Maestro Beppe Vessicchio” era quasi lo Slogan del Festival, un pò come “Che mondo sarebbe senza Nutella” della Ferrero. Che Sanremo sarebbe senza Vessicchio?
Come anticipato abbiamo avuto modo di constatarlo nell’edizione di Sanremo del 2017 per poi ritrovare il Maestro dirigere, nell’edizione 2018, Mario Biondi ed Elio. E se quella partecipazione aveva riacceso le speranze dei fedelissimi, il 2019 sarà pronto a spegnerle nuovamente: “Ad ora non ho avuto alcun contatto con i cantanti, né coi discografici. L’orchestra ha cominciato le prove… il Festival lo vedrò dal televisore. Va bène così“.

Sanremo 2019 – Conferenza Stampa – VIDEO


Ma chi dirigerà i cantanti di questa edizione? Briga e Patty Pravo saranno diretti da Diego Calvetti per il brano “Un pò come la vita”; Simone Cristicchi affida la direzione della sua “Abbi cura di me” a Roberto Rossi; Arisa, Motta e il duo Nino D’Angelo e Livio Cori saranno seguiti da Fabio Gurian; “Senza farlo apposta” di Shade e Federica Carta sarà arrangiata da Pino Perris mentre Irama si affiderà a Giulio Nenna che lo aveva già diretto nella scorsa edizione del Festival di Sanremo. Ci saranno ancora Enrico Melozzi che dirigerà Achille Lauro in “Rolls Royce”, Valeriano Chiaravalle per I Negrita e infine Dario Faini (in arte Dardust) per gli Ex-Otago con la loro “Solo Una Canzone”.

COMMENTI