Sanremo 2017: le pagelle della terza serata

Febbraio 10, 2017 di albertodelforno

Questa è la terza serata del Festival di Sanremo 2017. Andranno in scena le cover di 16 Big e il torneo di eliminazione tra i 6 partecipanti che sono finiti in zona rossa. Si inizia però con le altre 4 nuove proposte.
MALDESTRO – VOTO 7 : performance ineccepibile con un brano abbastanza difficile da cantare. Testo profondo e di alta levatura ma canzone un po’ troppo “tetra”. INTIMO
TOMMASO PINI – 6,5 : Brano molto particolare dal testo altamente ironico; performance molto scenica. AZZARDATO
VALERIA FARINACCI – VOTO 6+ : L’unica donna tra i 4 giovani emoziona con una canzone più melodica e romantica ma forse causa emozione non usa al meglio la sua voce. NON AL TOP
LELE – VOTO 8: Il brano più intenso; struggente e molto radiofonico. Probabile vincitore. ECCELLENTE
 
IL PICCOLO CORO DELL’ANTONIANO – VOTO 8: Fanno rivivere ai più nostalgici i grandi successi dello Zecchino D’Oro. NOSTALGIA
 
CHIARA – VOTO 6: Difficile pensare a questo capolavoro non cantato da Zucchero ma Chiara ne dà una sua personale interpretazione, molto meno intensa ma accettabile. SUFFICIENTE
ERMAL – VOTO 8,5 : porta un brano di Modugno e lo interpreta in maniera teatrale modulando il timbro da toni bassi ad acuti in stile lirico. DA BRIVIDI
LODOVICA COMELLO – VOTO 5,5: Esibizione alla Cristina D’Avena di cui si poteva fare a meno. HIGH SCHOOL MUSICAL
AL BANO – VOTO 6,5: Un Al Bano molto arzillo ci propone una perla di Adriano Celentano. Non male il risultato, non fosse per un vibrato in alcuni momenti troppo esagerato. VIBRANTE
LA ORQUESTRA RECICLADAS DE CATERURA – Nulla da dire su dei ragazzi così talentuosi.
FIORELLA MANNOIA – VOTO 7Le doti interpretative della Mannoia non sono una novità. Precisa ed elegante. GARANZIA
MAURIZIO CROZZA – VOTO 7: Imitazione ben riuscita di Papa Francesco; espone in maniera simpatica diversi tempi con umorismo leggero. LEGGEREZZA
ALESSIO BERNABEI – VOTO 5,5: Abbandona per una volta il lato dance per omaggiare Edoardo Bennato ma non riesce ad arrivare. POCO CONVINCENTE
PAOLA TURCI – VOTO 5: Si mette alla prova con un pezzo storico di Sanremo e cerca di offire un’esibizione grintosa; invece dimostra che farsi carico di un brano di tale caratura di Anna Oxa è una scelta a dir poco sconsiderata. SFRONTATA
 
MIKA – VOTO 8: Sempre allegro e frizzante. Apre con un breve monologo sulla musica introdotto da un simpatico siparietto con l’orchestra per poi proporci un medley dei suoi successi in maniera molto coinvolgente. Emozionante col tributo a George Michael. SHOWMAN
2
 
GIGI D’ALESSIO – VOTO 5,5: Esibizione molto rispettosa ma come prevedibile il brano non è nelle corde di Gigi. Mezzo voto in più per l’arrangiamento. MUSICISTA
FRANCESCO GABBANI – VOTO 7: Anche nella serata cover porta un pò di freschezza sul palco. Nonostante la poca esperienza sembra già un’artista maturo. CARISMATICO
MARCO MASINI – VOTO 6,5: Manca il phatos dell’originale ma tutto sommato cover buona e molto sentita. RISPETTOSO
MICHELE ZARRILLO – VOTO 6,5: Voce intensa su una canzone straordinaria ma mi aspettavo qualcosina in più da lui. SI PUO’ DARE DI PIU’
ELODIE – VOTO 6,5: Da rivedere sui toni bassi molto grintosa quando il brano cresce d’intensità. EMOZIONE PALPABILE
SAMUEL – VOTO 6,5: Propone un brano non troppo vicino al suo stile ma riesce a renderlo in maniera piacevole ed elegante anche se nell’acuto principale non rende molto. RAFFINATO
SERGIO SYLVESTRE – VOTO 6: Voce potente e fin qui nulla da dire ma non ho gradito la troppa confusione e il Rap in lingua inglese dei Soul System in una serata dedicata alle cover dei successi italiani. CASINISTA
FABRIZIO MORO – 7- : Sappiamo bene che Fabrizio Moro è un grande autore ma se la cava bene anche in questo contesto con un pezzo di De Gregori. NON SOLO CANTAUTORE
MICHELE BRAVI 6 : Non all’altezza di questo pezzo, pecca di estensione vocale. ACERBO
LUCA E PAOLO 5,5: Ironia troppo forzata. Bravi a fare spettacolo e mantenere alta l’attenzione ma non mi suscitano ilarità. SOLITO COPIONE
L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi e vestito elegante
 
RON – VOTO 6+ : Un’artista come Ron non meriterebbe di essere tra gli eliminati ma il brano secondo la mia opinione è uno dei più deboli. POCO CONVINCENTE
RAIGE E GIULIA LUZI – VOTO 7- : Bella l’intesa e la fusione di voci dei due cantanti; non un capolavoro il testo. Sorvoliamo sull’abbigliamento di Raige. AFFINI
BIANCA ATZEI – VOTO 6+: Canzone classica con ritornello ad effetto. PESANTE
CLEMENTINO – VOTO 7: Solita canzone sociale per il rapper campano, potrebbe essere ottima come colonna sonora di un qualche film. Non merita assolutamente di essere tra le possibili escluse. ACCATTIVANTE
GIUSY FERRERI – VOTO 6,5: Fa Talmente Male è un brano che di sicuro andrà molto forte nelle radio ma rende molto di più inciso che dal vivo. Un mezzo voto dunque per l’interpretazione. NON BASTA
NESLI E ALICE PABA – VOTO 7- : Brano molto piacevole con due cantanti belli da vedere insieme, ma paga le vocalità non eccezionali. Alice Paba non sembra all’altezza di un palco come Sanremo. IMMATURI
LP: – VOTO 8,5: Voce eccezionale e personalità da vendere. Uno dei punti più alti della serata. SUBLIME
L
ROCCO TANICA – VOTO 6,5: Personaggio immancabile che nonostante la comicità estremamente demenziale riesce a strappare qualche sorriso.
 
 
 

COMMENTI