Oscar alla carriera per David Lynch, Lina Wertmüller e Wes Studi

Giugno 3, 2019 di Gaia Giovannone

Oscar: Ecco cosa ha rivelato l’annuncio fatto oggi dall’Academy 
L’Academy ha recentemente fatto un grande alla carriera mentre Geena Davis il premio Hersholt Humanitarian. Questi importanti riconoscimenti verranno assegnati in occasione degli Annual Governors Awards che si svolgeranno il prossimo ottobre.

Gli Oscar onorari vengono assegnati alle personalità che si sono distinte nel campo dell’arte non solo nell’ambito culturale e cioè in questo caso cinematografico. L’impegno nel sostegno della parità di genere nei media è ciò per cui l’attrice che ha fondato il Geena Davis Institute for Gender in Media si è infatti distinta. L’organizzazione senza scopo di lucro si impegna nel far sì che vengano creati più personaggi femminili nell’intrattenimento cinematografico e televisivo destinato (soprattutto) ai bambini. La rilevanza del suo impegno politico, che si espande anche oltre, è parallelo ai ruoli importanti che ha avuto nel cinema come quello in Thelma & Louise, quello in The Fly o tanti altri.

Oscar alla carriera a David Lynch

David Lynch è un artista a tutto tondo: egli infatti non si occupa solo di regia ma è anche un musicista. Nei suoi lavori lo troviamo a vestire perciò vari ruoli: tra i più famosi possiamo ricordare Eraserhead (1977), The Elephant Man (1980), Blue Velvet (1986) e Mulholland Drive (2001), tutti progetti per cui ha ricevuto diverse candidature agli Oscar.

Oscar alla carriera a Wes Studi

Wes Studi ha preso parte ad un’enorme quantità di film distinguendosi per le sue valide interpretazioni di personaggi forti e importanti. Impegnato con politica e attivismo, l’attore ha recitato, tra gli altri, in Powwow Highway (1989), Dances with Wolves (1990), The Last of the Mohicans (1992) e più recentemente in The New World (2005) e Avatar (2009).

Oscar alla carriera a Lina Wertmüller

Impegnata in politica, Lina Wertmuller è stata la prima donna a ricevere una nomination agli Oscar per la regia. Tra i suoi film più memorabili possiamo menzionare The Basilisks (1963), The Seduction of Mimi (1972), Love and Anarchy (1973) e Swept Away (1974).

COMMENTI