OIFF 2019: Tutti i premiati al Festival di Ostia

Giugno 25, 2019 di Thomas Cardinali

Ogni inizio porta in se una energia diversa, creatrice, una energia che tende inevitabilmente a cambiare lo status quo. OIFF 2019 è quel seme che tutti aspettavamo di vedere piantato in un territorio in attesa di un rilancio finora latente.

Grandi artisti hanno contribuito alla quattro giorni di Festival, iniziati nella fantastica location di Cineland il 20 Giugno con la proiezione dei  tre lungometraggi Finalisti: Volition, Daitona e Ninna nanna. Nella stessa serata l’anteprima nazionale della 20th Century Fox :Stuber un autista d’assalto ed il corto “Core Nero”

Il 21 è stata la volta dei tre cortometraggi finalisti: La Macchina Umana, Le avventure di Mr. Food e Mrs.Wine ed Eva. Giulio Mancini è stato l’anfitrione della serata dedicata ad Ostia nel Cinema, seguendo le opere dei grandi maestri del cinema, da Fellini a Sordi a Verdone. A suggello della stupenda serata il Premio alla Carriera ad un intramontabile Lando Buzzanca.

Il 22 giugno è stato un giorno speciale. Supereroi cinematografico ed in carne ed ossa si sono alternati sul palco. La SuperheroLine moderata dall’ineguagliabile Andrea Guglielmino e da Nico Toffoli ha visto protagonisti i Cinecomics. In sala Emanuele Di Giorgi, Luigi Parisi, Giancarlo Caracuzzo, insignito del Premio Superheroline 2019 con il suo supereroe “Boogeyman”. Con loro Ciera Foster, statuaria attrice americana protagonista della Serie Tv “Ninjak” della Valiant Entertainment. Il premio sportivo dell’anno è stato consegnato ad Emiliano Marsili in occasione della proiezione del docufilm  a lui dedicato “Tizzo la storia di un campione”. Nella stessa sera prima di Bohemian Rapsody, è stato proiettato il corto fuori concorso “Wings”.

Domenica 23 un gala night con Red Carpet e Photocall prima della cerimonia condotta dalla splendida Metis Di Meo, e da Nico Toffoli, presidente del Festival. Nel Gala Night sono stati premiati il miglior video Cinema e Musica di Sergio Cammariere “La fine di tutti i guai” con regia di Cosimo Damiano Damato. La Madrina Ilenia Pastorelli ha ricevuto il premio Personaggio Femminile dell’anno mentre Massimiliano Bruno è stato premiato come Personaggio cinematografico dell’anno. A seguire le premiazioni Ufficiali OIFF 2019:miglior attore Adrian Glynn, miglior attrice Francesca Inaudi, miglior Regia Tony Dean Smith, miglior cortometraggio “La Macchina Umana” con Premio “Cinecittà Panalight”, e miglior film “Ninna nanna”. Il premio Fabrizio Frizzi per Miglior conduttore Tv dell’anno è stato vinto da Metis Di Meo.

Il festival è organizzato in collaborazione con Giuseppe Ciotoli, Patron di Cineland, Antonio Flamini  Direttore Artistico, Francesca Piggianelli Direzione Festival ed Organizzazione,  Metis Di Meo Conduttrice, Simona di Sarno e Massimiliano Mambor Comitato Esecutivo, Nico Toffoli Presidente del Festival.

Grande rilievo per i Patrocini della Regione Lazio, della Roma Lazio Film Commission, Assonautica, Ascom, Confcommercio e X Municipio. Main Sponsor Unicredit che ha contribuito in maniera decisiva alla riuscita del Festival. Gli altri sponsor Plex Design, Pallotta Gioielli, Manicromio, Ostia Holiday, National Service Group, media partner inviato speciale Gianni Gadaleto, Coming Soon e Influencer.

Si ringrazia per le degustazioni “Gastaldino” di Ostia.

Ricapitoliamo qui di seguito i verdetti Ufficiali dell’ Ostia International Film Festival:

Premio alla Carriera: Lando Buzzanca
Premio Sportivo dell’anno: Emiliano Marsili
Premio Superheroline: Giancarlo Caracuzzo con Boogeyman
Premio Cinema e Musica: Sergio Cammariere e Cosimo Damiano Damato per “La fine di tutti i Guai”
Premio “Fabrizio Frizzi” Miglior conduttore televisivo dell’anno: Metis Di Meo, 
straordinaria conduttrice dell’evento.

Premi al personaggio cinematografico dell’anno inoltre a Massimiliano Bruno, e grandi applausi per il personaggio femminile, Ilenia Pastorelli, strepitosa madrina del Festival.

Massimiliano Bruno è stata dedicata la retrospettiva per i maestri del Cinema Italiano, con le proiezioni di Viva l’Italia e Non ci resta che il crimine.

COMMENTI