Natale 2016: I 6 migliori episodi alternativi per le feste

Dicembre 19, 2016 di Manuel Lai

Cosa succede quando il Natale nelle serie tv non è come ce lo aspettavamo? Ecco una lista con i sei migliori episodi alternativi da guardare durante le feste.
Natale non è solo luci, amore e buoni sentimenti. Il periodo più amato dell’anno può facilmente trasformarsi in qualcosa di molto diverso se sfruttato a dovere. Nelle serie tv sono numerosi gli episodi a tema natalizio che si allontano dai classici canoni delle feste. Per guidarvi in un finale di dicembre all’insegna del politicamente scorretto, dell’ironia e della drammaticità abbiamo scelto per voi 6 episodi da altrettante serie tv dove le feste sono solo il pretesto per raccontarci qualcosa di diverso e originale. Nelle prossime pagine troverete cinque serie animate e un immancabile capolavoro per augurarvi un Felice Natale Alternativo!

Bojack Horseman – Sabrina’s Christmas Wish
Il nostro “Natale alternativo” non poteva non iniziare con il cavallo di Netflix più scorretto delle serie tv. Lo special si distacca dalla continuity narrativa della serie per mostrarci una puntata natalizia di “Horsin Around”, la serie nella serie che ha portato Bojack alla notorietà. Lo stile è quello delle classiche sitcom anni 90, in una parodia molto ben riuscita e pungente dei prodotti dell’epoca. Toni stralunati, battute stupide, un finto spirito natalizio e il solito dissacrante umorismo di uno dei personaggi più scorretti e tormentati nella storia della tv. Bellissimo il continuo contrasto tra l’idilliaco mondo di “Horsin Around” e quello reale di Bojack e Todd. Alla fine, in un modo o nell’altro, sarà comunque lo spirito natalizio a vincere.


Black Mirror – White Christmas
La serie più disturbante del pianeta ci regala un episodio a tema natalizio capace di allontanare tutte le certezze sulla festa più felice del mondo. La neve, che tutto ammanta e tutto copre, è solo la coltre candida di un futuro oscuro e maligno, tratto comune della storia intrecciata di due persone che si ritrovano a passare insieme il Natale in una sperduta casa/prigione. Le storie di Matt e Joe, terribili e drammatiche, avranno in comune il periodo delle feste e si intrecceranno in un finale tanto forte da lasciare basiti e tanto negativo da minare anche i cuori più puri e felici. Uno dei migliori episodi nella storia della serie, capolavoro assoluto dell’irreprensibile Charlie Brooker.
%image_alt%

Futurama 2×04 – Xmas Story
Uno dei colpi di genio più clamorosi degli ultimi anni. Nell’assurdo futuro pensato da David X. Cohen il Natale non è più quello di una volta, si chiama Nasale e vede la presenza di un folle Santa Claus Robot (Babbo Nasale nella traduzione italiana) che semina morte e distruzione invece che regalare doni, intrappolato in un codice che gli fa vedere cattiva tutta l’umanità. La notte della vigilia diventa così un momento di paura dove non si può far altro che barricarsi in casa, attanagliati dalla paura, sperando che tutto finisca. A complicare le cose Fry, voglioso di riportare nel 3000 lo spirito natalizio del XX secolo. Spesso sottovalutatissima, “Futurama” è stata una serie sempre sul pezzo, ironica e divertente, puntuale nella critica quanto nella satira, anche quando si tratta di scardinare gli stilemi più stantii delle feste natalizie.


I Griffin 9×07 – Road to North Pole
A regalarci le maggiori soddisfazioni in termini di “natali alternativi” sono i cartoni più ironici, dissacranti e cattivi. “I Griffin” ci hanno regalato numerosi episodi dedicati al Natale, ma questo della nona stagione, anche dal punto di vista estetico e visivo, è uno dei più disturbanti e curati mai visti. La storia si concentra sul viaggio si Stewie e Brian al Polo Nord per uccidere Babbo Natale e sulla scoperta delle sue tragiche condizioni di salute. I due decideranno di sostituirlo con risultati disastrosi. Tra la solita comicità pesante, i canonici momenti di violenza pura e alcune canzoni non proprio edificanti un episodio da non perdere per tutti i Grinch in circolazione.


South Park 1×10 – Mr. Hankey, the Christmas Poo
Che Natale sarebbe senza “South Park“? In questa storica puntata del 1997 vengono scardinati uno a uno tutti gli stereotipi e i pregiudizi sulle feste e sulla cultura. La classica recita natalizia sarà solo il pretesto per un complesso discorso sulla convivenza tra culture diverse, con il povero Kyle allontanato dagli altri bambini perché ebreo, ma pronto ad affidarsi ad un amico immaginario molto particolare, Mr Hankey, una cacca natalizia surrogata di Babbo Natale. Così, mentre il ragazzo verrà preso per pazzo e la recita smembrata di ogni suo elemento per non offendere nessuno, sarà proprio grazie all’improbabile escremento che la situazione verrà risolta nel “migliore” dei modi. Una storia di quasi 20 anni ma ancora parecchio attuale per una serie che continua a stupirci per la sua dissacrante potenza narrativa.


Rick e Morty 1×03 – Anatomy Park
Rick e Morty” è una delle serie animate narrativamente ed esteticamente più ricche degli ultimi anni. In questa puntata la festa di Natale è solo il pretesto per presentarci l’ennesimo sfoggio di famiglia disfunzionale e un incredibile viaggio per i due protagonisti all’interno del corpo di un senzatetto. La “missione buona” sarà solo il pretesto di Rick per salvare il suo “Anatomy Park”, un parco divertimenti dove albergano tutte le malattie infettive esistenti. Numerose le trovate geniali, palesi gli omaggi a “Jurassic Park” e a “Viaggio Allucinante”, immancabile la violenza e il politicamente scorretto: tutto questo in un episodio a tema natalizio, simbolo assoluto di pregio della miglior serie tv animata degli ultimi anni.
Rick e Morty
 

COMMENTI