domenica , 26 Maggio 2019
Enrico Ruggeri: Intervista “Scrivo canzoni per ottimizzare le sensazioni forti della vita”
Enrico Ruggeri ©_ANGELO_TRANI

Enrico Ruggeri: Intervista “Scrivo canzoni per ottimizzare le sensazioni forti della vita”

Intervista al cantautore milanese Enrico Ruggeri, dove racconta “Alma”, il suo nuovo album disponibile da domani 15 marzo 2019.

Come vi avevamo anticipato in precedenza,
uscirà domani 15 marzo il nuovo album di Enrico Ruggeri, intitolato “Alma” (Believe), composto da undici brani inediti che rappresentano il 35esimo progetto dell’artista, all’interno della sua lunga carriera.

Per l’occasione, noi di Talky, abbiamo avuto il piacere di intervistare il cantautore milanese che ha voluto condividere la storia di questo album.

Enrico Ruggeri ©_ANGELO_TRANI
Enrico Ruggeri ©_ANGELO_TRANI

Enrico Ruggeri racconta la nascita del suo nuovo album “Alma”

“Beh che dire, sono passati tre anni dal mio ultimo album. Volevo fare un album che non fosse un disco con i “Decibel” ma che non fosse neppure un disco dove si ricominciava nel punto in cui ci eravamo lasciati, volevo che fosse qualcosa di diverso. Cosa assolutamente non facile considerando che questo è il mio 35esimo album. Ho la fortuna di avere uno studio mio, e questo mi permette di prendermi il tempo necessario per lavorare, senza scadenze. E’ un album fatto per essere suonato dal vivo, non ci sono tante sovrapposizioni.”

Quale è il legame con la letteratura in questo disco?

“Sono una di quelle persone che vuole difendere la lingua italiana e ascoltarla perchè è molto interessante. Naturalmente uno scrive canzoni cercando di ottimizzare le sensazioni forti della vita, ricordarmi un bel libro che ho letto o di un bel film che ho visto fa parte del mio rapporto con l’arte ed è una sensazione forte. Non è la prima volta che scrivo canzoni che rimandano alla letteratura e alla cinematografia, In questo album oltre a L’amore ai tempi del colera e Cime tempestose, c’è Come lacrime nella pioggia che è palesemente una citazione del finale del monologo pronunciato da Roy Batty nel film Blade Runner. “

Enrico Ruggeri, da dove è nata l’idea di intitolare il tuo album “Alma”?

“La verità è che una mattina mi sono svegliato con in mente questa parola dai molteplici significati, ad esempio in spagnolo significa anima mentre in latino è ciò che ti fa stare bene. E’ una bella parola.”

enrico ruggeri_foto di angelo trani 8 683x1024
Enrico Ruggeri ©_ANGELO_TRANI
C’è una canzone che ti piace più delle altre in questo album?

“Non so se è la mia canzone più bella, ma in questo momento penso che Forma 21 è la canzone che mi ha emozionato di più nello scriverla. Questa canzone nasce da un Tweet di Laurie Anderson. Per chi non lo sapesse Forma 21 è un esercizio di Tai Chi nel quale le braccia si elevano verso il cielo, il padre di Laurie Anderson era un insegnate di Tai Chi che è morto tra le braccia della figlia mentre stava eseguendo questo esercizio. Così è nata questa canzone, che descrive il momento della morte ma non lo fa in maniera lugubre.”

Come è nata la traccia Un Pallone e perchè hai scelto di collaborare con Ermal Meta?

“La canzone Un pallone è nata anche quella da una storia, la storia di un bambino venduto dal padre per 10 dollari ai commercianti di micro manodopera in Pakistan. Nella realtà non fa i tappeti, io ho voluto cambiare mettendo i palloni perchè mi piaceva raffrontare tre strati che sono i grandi campioni del calcio, i bambini fortunati che giocano con i palloni fatti dai bambini che vengono sfruttati. Ho voluto collaborare con Ermal Meta per il suo passato complicato, è un uomo che conosce la sofferenza”.

enrico ruggeri_foto di angelo trani 9 1024x683
Enrico Ruggeri ©_ANGELO_TRANI
Parlando del brano Supereroi hai voluto cavalcare l’onda del momento? Qual’è il tuo rapporto con i supereroi?

“Guarda la verità è molto più semplice, ci sono i brani scritti tutti da me che mi suonavo e quelli scritti dagli altri. Supereroi la musica è di Fulvio Muzio, mi ha mandato la traccia cantata in un inglese maccheronico ed io dovevo scriverne il testo. I miei figli, quelli piccoli, che hanno 13 e 8 anni sentivano questa canzone e hanno iniziato a cantarla, era la loro preferita dell’album. Ho capito la necessità di formulare un testo con una doppia chiave di lettura: la prima è quella di bambini uguale supereroi, la seconda è più legata alla mancanza dei valori e quindi una ricerca di una figura di riferimento che può legarsi anche all’ironia sul decisionismo Trumpiano nei confronti del male”.

Il nuovo album di Enrico Ruggeri intitolato “Alma” (Believe), composto da undici tracce di inediti uscirà domani 15 marzo, sarà disponibile anche il vinile.

Oltre all’uscita del disco, sono state annunciate le prime date del tour di Enrico Ruggeri che vi riportiamo qui sotto:


4 aprile la data zero al Teatro Mascagni di Chiusi (Siena) – ACOUSTIC TOUR
6 aprile al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) – ACOUSTIC TOUR;
9 aprile al Teatro Cristallo di Bolzano – ACOUSTIC TOUR;
13 aprile all’Athena Live Club di Ponte Dell’Olio (Piacenza) – ELECTRIC TOUR;
17 aprile al Teatro Sociale di Sondrio – ACOUSTIC TOUR;
4 maggio alle Officine Cantelmo di Lecce – ELECTRIC TOUR;
11 maggio al Fabrique di Milano – ELECTRIC TOUR

I biglietti dei concerti di Enrico Ruggeri sono disponibili sul circuito Ticketone e nelle prevendite abituali.

Continuate a seguirci su Talky Music per tutte le novità su Enrico Ruggeri e per tutte quelle riguardanti il mondo della musica

About Manuela Cristiano

Laureata al DAMS come sceneggiatrice cinema e televisione, assidua consumatrice di serie televisive. Citazione preferita: "Lo so, sono impossibile da dimenticare ma difficile da ricordare"

Check Also

ed sheeran give me home

Ed Sheeran: Tutto quello che non sai su “No.6 Collaborations Project”

Ecco tutto quello che non sai sull'album di Ed Sheeran, "No.6 Collaborations Project". In arrivo anche il nuovo singolo con una collaborazione speciale.