sabato , 24 Agosto 2019
UNIC: In gara ai Festival solo i film con distribuzione completa nelle sale?

UNIC: In gara ai Festival solo i film con distribuzione completa nelle sale?

Con il Festival del cinema di Berlino alla sua (prossima) conclusione e l’avvicinarsi di Cannes, l’International Union of Cinemas (UNIC) sta spingendo affinché gli organizzatori delle manifestazioni a tema scelgano per le loro competizioni solo i film con distribuzione cinematografica completa.

L’UNIC, che rappresenta espositori e associazioni cinematografiche in 37 paesi, principalmente in Europa, ha affermato in una dichiarazione che si aspetta che le principali kermesse cinematografiche “garantiscano che tutti i film selezionati rispettino le norme del settore stabilite – inclusa una distribuzione nelle sale completa e genuina”. Come rivelato da Variety, l’organizzazione ha aggiunto: “Non possiamo immaginare che i festival propongano programmi solo per un piccolo numero di abbonati a specifiche piattaforme di streaming, privatizzando sia il pubblico che i film stessi”.

Non sono stati nominati in particolare Netflix, Amazon né niente di specifico ma la dichiarazione dell’UNIC è arrivata proprio durante il Festival del cinema di Berlino. Nel corso di questo evento sono sorte delle lamentele per quanto riguarda Elisa y Marcela, film regolarmente in concorso. Per la prima volta un’opera Netflix è stata scelta dal capo della Berlinale Dieter Kosslick per partecipare alla competizione.

alfonso cuaron roma 1024x576

Ecco cosa ha detto l’organizzazione

“L’UNIC supporta i colleghi delle mostre cinematografiche tedesche e non solo incoraggiando le competizioni dei festival a includere nella loro gara solo i prodotti destinati ad una distribuzione cinematografica completa”.

Si è perciò fatto notare che la Berlinale ha una regola secondo cui solo i film “destinati alla distribuzione delle sale” sono ammissibili alla competizione. Perché quindi tra i titoli appare anche Elisa y Marcela? È a questo punto intervenuto un insider dell’industria tedesca. Egli ha spiegato che la regola non specifica dove deve avvenire l’uscita al cinema. In questo caso, infatti, la distribuzione nelle sale ci sarà solo che non in Germania ma invece in Spagna. Lì sarà infatti rilasciato da A Contracorriente.

Il Festival del Cinema di Cannes, primo a stabilire la regola che rende l’uscita al cinema obbligatoria per i film in concorso, presenterà la sua selezione ufficiale a metà aprile. Proprio per questo, infatti, l’anno scorso non era in gara Roma di Alfonso Cuaron. Ad avere lo stesso destino potrebbe essere The Irishman di Martin Scorsese. Diverse fonti hanno però rivelato che il film è ancora in fase di editing e che non sarà comunque completato in tempo per il festival.

About Gaia Giovannone

"Mi sento vivo solo se sfilo la stilo e scrivo"

Guarda anche

Carlo Delle Piane

Carlo Delle Piane: Addio a Pecorino, oltre 100 film in carriera

Carlo Delle Piane, ad 83 anni scompare l’attore feticcio di Pupi Avati, e conosciuto da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *