venerdì , 19 Luglio 2019
Godzilla II King of the Monsters: Recensione, Il RE è tornato

Godzilla II King of the Monsters: Recensione, Il RE è tornato

Godzilla II King of the Monsters, il ritorno del Re dei Mostri, secondo capitolo della nuova saga dedicata a una delle creature cinematografiche più amate dal cinema in chiave hollywoodiana. Dopo il successo del primo episodio con il reboot ad opera del bravissimo Gareth Edwards , questa volta troviamo alla regia Michael Dougherty ( Trick ‘R Treat, Krampus). In questa nuova storia vedremo il tentativo eroico dell’agenzia cripto-zoologica Monarch e dei membri che la compongono, di affrontare una batteria di mostri dalle dimensioni impressionanti, tra i quali il possente Godzilla, che si scontrerà con Mothra, Rodan e la sua nemesi estrema, Ghidorah dalle tre teste.

Godzilla II King of the Monsters

Uno scontro epico

Quando queste antiche super specie – ritenute fino ad allora soltanto delle leggende – torneranno alla vita, combatteranno per la supremazia mettendo a rischio l’esistenza della razza umana. Un film di mostri, ma realizzato con le nuove tecnologie e basato sui personaggi creati dalla Toho Co., Ltd. . L’effetto maggiore, che già si era presentato con il primo episodio, è il livello di verosimiglianza e credibilità. Infatti per chi da bambino era rimasto affascinato da questi mostri interpretati da attori in costume, che ora a rivederli fanno tenerezza con i plastici della città che venivano distrutti (ma restano pur sempre affascinanti), potrà in realtà ritrovare quella credibilità che spesso l’infanzia ci dona, dove i mostri questa volta sono reali come le distruzioni di intere metropoli. Un elemento psicologico da non sottovalutare per gli spettatori, a cui poi si unisce un’ottimo cast ed una storia che ci propone degli scontri a dir poco epici.

Godzilla II King of the Monsters

Un cast mostruoso

Tra i protagonisti troviamo Kyle Chandler , Vera Farmiga e Millie Bobby Brown (Stranger Things) al suo debutto cinematografico; a cui si aggiungono Bradley Whitford, Sally Hawkins (che di mostri se intende grazie al suo ruolo in The Shape of Water), Charles Dance (Game of Thrones); Thomas Middleditch ( Silicon Valley per la HBO); Aisha Hinds assieme al leggendario Ken Watanabe ( The Last Samurai, Godzilla), insieme Ziyi Zhang (Memorie di una Geisha) .

Godzilla II King of the Monsters

Un cast perfetto tra cui teniamo particolarmente a cuore Ken Watanabe , quasi la controparte di Godzilla, o Gojiira, l’anima giapponese di questa pellicola made in Hollywood. Un Film che scorre in modo perfetto e che ci mostra quello che ogni spettatore vuole vedere, ovvero uno scontro epico tra mostri che non possono esistere nella realtà, ma che in realtà esistono (almeno sullo schermo cinematografico). Come nella precedente pellicola, e anche nell’altrettanto affascinante Kong Skull Island, che viene citato (lasciando trapelare uno degli scontri futuri che tutti attendono), la sospensione della realtà grazie al cinema funziona perfettamente e come detto prima, e probabilmente questo è il vero segreto di questa nuova saga.

Godzilla II King of the Monsters

Non solo quello di riportarci ancora sullo schermo uno dei mostri più amati a livello cinematografico, ma di rendercelo credibile, tanto che alla fine dei titoli di coda (e vi consigliamo di restare fine alla fine degli stessi per l’immancabile finalino) vediamo scorrere tra i nomi degli attori i mostri Godzilla , Mothra, Rodan e Ghidorah , con la dicitura “himself”, se stessi, quasi a riprova della loro realtà e capacità recitative.

Godzilla II King of the Monsters

Un regista che ama Godzilla

Ero un bambino di razza mista che cresceva a Columbus, Ohio. Perciò scoprire questi film incredibili su mostri giganti che erano fatti da giapponesi…ha significato moltissimo per me. Divenne la mia coperta protettiva, perché era così forte e potente, e in lui c’era comunque coscienza e saggezza. Quindi Godzilla è stato un mio grande amico per tanto tempo”.

Solo le parole del regista Michael Dougherty le quali sintetizzano alla perfezione le sue scelte di regia e sceneggiatura, che ci hanno donato un secondo episodio degno del precedente. Anche se onor del vero molto tematiche ambientaliste vengono tralasciate in questo secondo capitolo. Concentrandoci in realtà sul fatto che la popolazione andrebbe ridotta per riequilibrare la natura del pianeta e permettere una convivenza pacifica anche con le leggendarie creature (cosa che scopriremo essere già accaduta in passato). Quella che ormai potremo chiamare la dottrina Thanos , viene solo sfiorata in parte, anche se nel prosieguo della storia vedremo che l’eco terrorista interpretato da Charles Dance ( ma ormai per tutto il pianeta lui è Tywin Lannister di Games of Thrones) getta una inquietante luce sul progetto di cui gli stessi mostri sembrano essere delle mere vittime.

Godzilla II King of the Monsters

Il film è dedicato al produttore Yoshimitsu Banno e Haruo Nakajima, l’attore che con il costume originale di Godzilla recitò il primo storico film e tanti altri, entrambi scomparsi nel 2017. Siamo certi che sono molto orgogliosi della carriera Hollywoodiana che ormai ha intrapreso la loro amata creatura, Godzilla II King of the Monsters is back ! .

Godzilla II King of the Monsters

About Roberto Leofrigio

Guarda anche

terminator dark fate sdcc 2019 panel footage 1179333 1280x0 310x165

Terminator: Dark Fate, il film riprenderà dopo gli eventi del secondo capitolo |VIDEO

Nuovi aggiornamenti arrivano direttamente dal San Diego Comic-Con 2019 su Terminator: Dark Fate e, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *