domenica , 25 Agosto 2019
Stefano Accorsi, Itziar Ituno e Ivana Lotito star al Social World Film Festival

Stefano Accorsi, Itziar Ituno e Ivana Lotito star al Social World Film Festival

Il Social World Film Festival ha accolto grandi star nazionali ed internazionali, ecco cosa hanno dichiarato sull’importanza di cinema e serie tv sul sociale gli attori Stefano Accorsi, Ivana Lotito e la star de “La Casa di Carta” Itziar Ituno.

Il secondo giorno del Social World Film Festival ha avuto come special guest nomi legati sia al mondo della tv che del cinema e, quindi, attori in grado di paragonare questi due strumenti e spiegare al pubblico dell’evento (attraverso workshop, seminari, incontri, masterclass, contest) quanto e come questi possono influire sul sociale.

ivana lotito al back drop 683x1024

La prima ad esprimersi in merito è stata l’attrice Ivana Lotito, “Azzurra” in Gomorra e nelle vesti di tanti altri personaggi sul grande schermo: “Il linguaggio delle serie televisive è cambiato tanto negli ultimi anni, ha mutuato molto dal cinema… Grazie anche a lavori come “Gomorra – La serie” cinema e tv ora si equivalgono: sono entrambi strumenti di comunicazione potentissimi, che possono influire sul senso critico e, quindi, essere socialmente utili“. 

rachel murillo

Itziar Ituno, l’ispettrice Rachel Murillo della “Casa di Carta”, serie televisiva da record firmata Netflix, ha raccontato a tutti del suo apprezzamento per la serie Gomorra e ha confessato che le piacerebbe recitare con Ivana Lotito, che ha conosciuto proprio nell’ambito del Festival (“siamo diventate amiche!“, ha esclamato la bella attrice spagnola):”Mi piacerebbe prendere parte ad una commedia oppure interpretare il ruolo di una donna molto forte” ha rivelato Itzar, che ha dimostrato di apprezzare molto il ruolo valorizzatore del cinema e della tv nei confronti della figura femminile.

accorsi 1024x768

 Stefano Accorsi, padrino dell’edizione 2019 del Festival, ha infine dimostrato che alcuni dei film di cui è stato protagonista sono ancora attuali: “Ho avuto la fortuna di recitare in diversi film che sono rimasti attuali negli anni, ad esempio “Radio Freccia” che, a distanza di parecchio tempo, trovo ancora un film bellissimo. “L’ultimo bacio” è stato considerato all’epoca un film generazionale: racconta un passaggio della vita che, aldilà delle mode, dei tempi, dei costumi, ognuno deve affrontare“. Insomma, li cinema sociale non teme il tempo che passa!

La Mostra Internazionale del Cinema Sociale prosegue a Vico Equensefino al 4 agosto:  protagoniste 500 opere tra lungometraggi, documentari, cortometraggi e opere audiovisive in concorso e fuori concorso in 17 sezioni, con una spiccata attenzione ai nuovi linguaggi come le opere delle sezioni in virtual reality, in verticale e realizzate con gli smartphone. Opere, di cui 72 in anteprima, che provengono da 60 diverse nazioni dei cinque continenti, per un totale di ben 126 proiezioni che offrono 3mila minuti di programmazione dalle 20 del mattino fino a tarda notte.

About mariaconsiglia

Guarda anche

a8367294 be16 4bf0 842a bf60393d7788 310x165

Venezia 76, tutti i party e premi nel segno di Campari

La guida a tutti i party più attesi del Festival di Venezia con tanto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *