lunedì , 19 Agosto 2019
Venezia 73: La luce sugli oceani, il dramma con Michael Fassbender e Alicia Vikander (Recensione)

Venezia 73: La luce sugli oceani, il dramma con Michael Fassbender e Alicia Vikander (Recensione)

Il film che ha fatto innamorare Michael Fassbender e Alicia Vikander arriva a Venezia 73, ma “La lue sugli oceani” non convince fino in fondo regalando emozioni solo grazie ai protagonisti.

Era probabilmente uno dei film più attesi di Venezia 73 (leggi la recensione del film d’apertura “La La Land”), ma “La luce sugli oceani” non ha convinto pienamente. Romantico oltre ogni misura immaginare come la storia d’amore tra Tom e Isabel sia andata oltre lo schermo, con Michael Fassbender e il premio Oscar Alicia Vikander (leggi il report della conferenza stampa) che si sono innamorati proprio durante le riprese del dramma in Nuova Zelanda. Una storia trasposta dall’omonimo libro di M.L Stedman grazie alla determinazione del regista di “Blue Valentine” Derek Cianfrance. La pellicola è sicuramente un dramma quasi esagerato, estremizzato che in alcuni frangenti diventa un vero e proprio “polpettone” per i 133’ di durata ma riuscirà a rapire il cuore degli inguaribili romantici proprio per ciò che sono riusciti a trasmettere sullo schermo questi due fantastici attori.

michael-fassbender-alicia-vikander

Michael Fassbender è Tom, un uomo distrutto dalla guerra e desideroso di fuggire lasciandosi alle spalle la morte con un esilio volontario su Janus. Il nome non è reale ed è stato scelto dallo scrittore e dal regista poi per un motivo molto semplice: l’isola e il nuovo lavoro di guardiano del Faro rappresentano il “gennaio” di Tom, che si lascia alle spalle la sua vita e si prepara ad una svolta. Questa ha il volto di Isabel, ragazza più giovane di lui e terribilmente affascinante che con un gioco di sguardi mostra sin dal loro primo momento insieme la propria attrazione verso di lui. Inizia così una corrispondenza d’altri tempi con un amore idilliaco: lui finalmente felice sulla sua isola, lei che riesce ad andarsene da casa lasciandosi alle spalle il dramma dei due fratelli morti. Ma la felicità ha due facce esattamente come gennaio.

La-luce-sugli-oceani

Quello che il mare può restituire è molteplice e, dopo il secondo aborto spontaneo, Tom e Isabel trovano una neonata accanto ad un corpo in una barca. Inizia un gioco di menzogne che porterà i due a distruggersi psicologicamente. Una storia di giustizia e di amore che invita a riflettere su chi sia il padre di un bambino: chi lo fa nascere o chi lo cresce? Sicuramente il film non ha la presunzione di voler dare una risposta, ma prova grazie all’emozionante prova di Michael Fassbender e Alicia Vikander a trasmetterci la difficoltà e l’angoscia che si trovano dietro a scelte difficili. La bambina è la vera luce, un modo in cui queste due persone provano a dare un senso ad una vita prima appagante e poi terribilmente vuota e questo non fa che rimarcare l’attualità di questo film.

34622d8d98

Nulla da dire sulle musiche di Alexandre Desplat, ormai riconoscibile sin dalle prime note tanto è grande il suo talento, e per la regia che sfrutta bene gli splendidi paesaggi. Il vero problema del film è nella sceneggiatura sin troppo lineare, dove i colpi di scena diventano prevedibili fino ad annoiare il pubblico. L’opera gioca in continuazione sul filo dell’amore e odio, sulla capacità di scegliere o meno fino in fondo mostrando il lato più debole e mutevole dell’ uomo. La coscienza che si scuote lascia aperta la speranza su una società migliore ed è forse proprio questo l’invito del libro e del film. Non è sicuramente un flop, ma sicuramente “La luce sugli oceani” sarà ricordato per la prova dei due attori e per la loro successiva unione anche lontano dalle telecamere piuttosto che per la qualità nel suo complesso.

About Thomas Cardinali

Guarda anche

3ab2a902 be39 4928 b63b 4766cdf91df1 310x165

Tricase in Fest, nuovo festival in Salento con grandi ospiti

Daniela Poggi, Beppe Convertini e tanti ospiti per il Tricase In Fest in Salento, il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *