lunedì , 15 Luglio 2019
John Wick 3: Parabellum – Recensione, apoteosi dell’action in stile Chad Stahelski

John Wick 3: Parabellum – Recensione, apoteosi dell’action in stile Chad Stahelski

John Wick 3: Parabellum doveva essere il capitolo finale della trilogia firmata da Chad Stahelski, ma siamo davvero sicuri ad essere pronti a lasciar andare questo Keanu Reeves? La recensione in anteprima.

Il terzo capitolo di quella che doveva essere una trilogia, ma che è ormai scontato vedrà ulteriori capitoli, è l’esaltazione di John Wick all’ennesima potenza. Chad Stahelski regala al pubblico probabilmente il miglior action movie con combattimenti corpo a corpo che si sia visto da molti anni, con delle coreografie pazzesche e perfette in ogni dettaglio. L’ultima volta che avevamo visto qualcosa di così poetico per rappresentare la violenza di un combattimento era probabilmente in Matrix, guarda caso proprio con Chad Stahelski come stunt coordinator. Ora però è cresciuto diventando anche un regista solidissimo e dando vita ad un franchising tutto suo che non ha nulla da invidiare anwuello delle sorelle (a quel tempo fratello) Wachosky.

d7c77b64 29b9 4140 a9c3 b4a15397b058 1024x683

John Wick 3 è un vero e proprio tripudio per i fan del personaggio creato da Keanu Reeves e non era assolutamente facile sorprenderci ancora dopo due primi capitoli di altissimo livello. Qui però si va oltre, nonostante nella trama ci siano dei passaggi abbastanza banali, proprio perché il terzo capitolo Parabellum soddisfa ogni tipo di palato. Oltre alle coreografie action vediamo infatti anche una parte abbastanza  splatter, con le uccisioni rese con grande realismo, ma anche quella più intima ed emozionale, dalle vere origini di John Wick nella confraternita dei bulgari fino alla rivelazione sul perché è pronto ad uccidere chiunque per non morire pur non avendo nulla. Ai cinefili più esperti non sarà neppure sfuggita una splendida citazione da “Il Buono, il brutto e il cattivo” con chiaro riferimento a Sergio Leone in una particolare scena della parte iniziale. Chissà se è stata voluta dal regista o se è stata un’idea dello stesso Keanu Reeves che ama moltissimo il nostro cinema.

a3106f7a c02c 428e 8738 b73144466384

La bellezza di questo John Wick 3 è proprio nella capacità di passare rapidamente da un registro ad un altro, salvo poi tornare prepotentemente all’action che si trasforma nella resa dei conti finale all’hotel Continental in una campagna di Call of Duty. Proiettili ovunque, una lotta all’ultimo sangue che spazia dai mitragliatori alle katane giapponesi. Le location vengono sfruttate pienamente con bei giochi della fotografia, che passa dagli scuri di New York con tanto di fughe a cavallo fino a viaggi nel deserto di Casablanca. Per i fan di Game of Thrones poi una bella sorpresa con una parte per Jerome Flynn, ovvero Ser Bronn delle Acque Nere che se la vedrà proprio in uno scontro con Mr. Wick. Secondo voi chi avrà la meglio?

2758f516 1e6f 4c26 af5b 066e2f1aad02 1024x666
Keanu Reeves stars as ‘John Wick’ in JOHN WICK: CHAPTER 3 – PARABELLUM.

La bellezza di John Wick è nella sua straordinaria capacità di coinvolgere e trascinare il pubblico in ogni singola sequenza. Sarà davvero difficile realizzare qualcosa di meglio in futuro per questo franchising, ma ora possiamo davvero dire Ethan Hunt e James Bond hanno un rivale in più. Il suo nome è Wick, Mr. John Wick.

About Thomas Cardinali

Guarda anche

Annabelle 3

Annabelle 3 : recensione, la casa è sempre il posto più pericoloso

Annabelle 3, ma il titolo originale recita “Annabelle Comes Home”, Annabelle torna a casa , …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *