MotoGP Repubblica Ceca, a Brno doppietta Ducati

Agosto 5, 2018 di Alessandro De Simone

MotoGP doppietta ducati

MotoGP doppietta Ducati in Repubblica Ceca sul circuito di Brno, uno dei più tecnici del Motomondiale. Andrea Dovizioso ha preceduto Jorge Lorenzo in una delle gare più belle di questa stagione. Terzo il leader del Mondiale Marc Marquez che ha incrementato il vantaggio su Valentino Rossi, quarto sul filo di lana.

MotoGP doppietta ducati
Andrea Dovizioso vince il GP della Repubblica Ce di MotoGP a Brno

Pronti via e subito esce uno dei protagonisti, il centauro Yamaha Vinales, protagonista di uno spettacolare ma incruento incidente insieme a Bradl e Smith, la ciliegina sulla torta di un weekend veramente da dimenticare. In testa Valentino brucia Andrea Dovizioso alla partenza, ma il ducatista ci mette poco a imporre il suo ritmo, aiutato anche dalla proverbiale potenza della moto di Borgo Panigale. I due italiani vanno in coppia per i primi dieci giri, con un terzo posto occupato prima da Marquez, poi da Lorenzo e a un certo punto anche da un ottimo Cal Crutchlow. Nelle posizioni di rincalzo ottima anche la gara di Petrucci, sempre generoso, mentre molto anonima quella di Daniel Pedrosa, ormai scarico anche di motivazioni dopo avere annunciato il ritiro.

MotoGP Doppietta Ducati

Situazione di controllo fino a metà gara, anche per controllare il consumo degli pneumatici. Doppia hard avanti e indietro per tutti i protagonisti principali, tranne Rossi che sceglie la morbida sull’anteriore, una scelta che sembra inizialmente premiare il campione italiano, ma che alla lunga risulta purtroppo meno efficace rispetto ai suoi avversari. Le posizioni si delineano con Dovizioso, Marquez e un indiavolato Lorenzo che, dopo essersi liberato di Rossi e Crutchlow, ha iniziato a battagliare con il suo compagno di squadra e il suo connazionale della Honda.
Sorpassi e controsorpassi spettacolari negli ultimi 4 giri, con Marquez che prova fino a un giro dalla fine, salvo poi accontentarsi di un prezioso gradino più basso del podio, oro colato in ottica mondiale, mentre Lorenzo non riesce a mettere il cupolino di fronte a quello di Dovizioso, in una battaglia interna resa ancora più piccante dalle dichiarazioni dei due nel corso del weekend a proposito della leadership in casa Ducati da qui alla fine del campionato. Rossi riesce all’ultima curva a sopravanzare Crutchlow, grazie alla classe e all’esperienza, ma non senza fatica.
In ogni caso, il risultato finale è una storica doppietta su una pista su cui la Ducati non vinceva dal 2007 con Casey Stoner, mentre cambia poco in classifica iridata, con Marquez sempre più solo in un campionato che a questo punto può perdere solo da solo.

COMMENTI