Morgan: “Mi sento umiliato. Ma il cachet andrà in beneficenza”

Giugno 28, 2019 di Enzo Bellini

Morgan

Morgan, dopo essere stato sfrattato, ha un concerto in piazza. Il cantante però non ci sta.

Dopo lo sfratto avvenuto qualche giorno fa, Morgan è ancora al centro delle polemiche per delle dichiarazioni fatte. Questa sera, infatti, il cantautore terrà un concerto in Corso Avellino. Il problema è legato alla location: una piazza.

Abituato ai grandi Festival del Rock, Morgan ha trovato umiliante esibirsi in una Piazza, per un cachet basso. “Io trovo umiliante vedere un grande artista buttato in mezzo a una strada che suona per 5.000 euro“. E, se prima aveva tutti i suoi fans dalla sua parte, ora molti di loro sono contro alle parole dette. “Dovresti accontentarti, con questo riuscirai a pagarti almeno i debiti, oltre ad essere vicino a noi fans“, ha scritto in un commento uno di loro.

Morgan: Il cachet sarà devoluto in beneficenza

Parole che non sono certo di conforto per il cantautore, in particolar modo dopo le accuse fatte ai suoi colleghi (ed ex amici), Ligabue, Vasco Rossi e Jovanotti. Morgan, infatti, ha dichiarato che loro non hanno dimostrato la loro vicinanza, nonostante in passata lui l’abbia fatto con loro. Trovate QUI l’articolo completo.

Ma la polemica non si ferma qui. In un post su Facebook, infatti, il cantautore Marco Castoldi ha criticato anche il palco e la scenografia. “Mi pagano come un principiante con una scenografia che non solo non è di mio gradimento, ma è di cattivo gusto“. Nello stesso post, però, Morgan fa sapere che il tutto sarà devoluto alle famiglie bisognose. “Ho talmente rispetto delle persone anche se fossero 3 soltanto che sono venute per vedere il concerto e magari sono già lì io canterò stasera in quella merda di contesto e questi soldi verranno devoluti a delle famiglie senza tetto ma voglio avere la garanzia che questo avvenga“.

COMMENTI