Loro: Paolo Sorrentino presenterà il film a Cannes, due parti per una durata di quattro ore?

Marzo 2, 2018 di Francesco Paolo Lepore

Paolo Sorrentino dovrebbe tornare a Cannes, dove vinse con “Il Divo”, per presentare il film “Loro” su Silvio Berlusconi interpretato da Toni Servillo che potrebbe avere una durata di ben quattro ore.
Prodotto a set blindato, il film Loro di Paolo Sorrentino con Toni Servillo nel ruolo di Silvio Berlusconi dovrebbe essere presentato al prossimo Festival di  Cannes e distribuito da Universal. Quando Sorrentino realizzò Il Divo, l’ex presidente Giulio Andreotti disse la sua in più occasioni, prima scherzandoci su, poi invitando a non considerare il film come qualcosa da sottovalutare, forse perché offensivo o troppo allusivo.

Paolo Sorrentino fotografato a mezza figura, presenterà Loro a Cannes
Paolo Sorrentino pronto ad incantare nuovamente Cannes?

Quel Festival di  Cannes consacrò definitivamente le capacità del regista campano, tanto da essere avvicinato da Sean Penn per il successivo This Must Be the Place. Il suo stile inconfondibile ha già lasciato il segno sulle generazioni di registi a venire e l’attesa per Loro, film in cui si parlerà dell’altro presidente del consiglio più chiacchierato d’Italia, Silvio Berlusconi, inizia ad avere dei dettagli.
Dal set di Loro trapela ben poco, vi sono alcune immagini esclusive, ma nulla di più è stato rilasciato o commentato. Ad alzare l’appeal del film, se non sono Sorrentino e gli altri, è il grande protagonista del racconto, Silvio Berlusconi, che alla vigilia delle prossime elezioni, durante un’intervista lascia trapelare alcune considerazioni su Loro. Essendo il film incentrato sullo scandalo che riguardava le notti folli passate dal Premier, tra Bunga Bunga e improbabili parenti di capi di Stato arabi, Berlusconi ha voluto fornire delle spiegazioni preventive sui temi trattati:

“Ora gli italiani stanno cominciando a capire che il Bunga bunga, il caso Ruby erano tutte frottole per far fuori un avversario politico all’epoca imbattibile”.


Dagospia  ha riportato la dichiarazione di Silvio Berlusconi e l’ha interpretata. Di questi tempi infatti, con l’ampia risonanza data al movimento #MeToo e le sue conseguenze in tutto il mondo dello spettacolo, Loro avrebbe il potenziale per dare a Berlusconi del gran filo da torcere.
Loro dovrebbe essere presentato a Cannes in due parti, da due ore ciascuna. L’opera di Sorrentino corrisponde anche con il nuovo crocevia per il regista napoletano, che come già annunciato, intende ritirarsi presto dal cinema. Il sequel di The Young Pope, intanto, è stato confermata col titolo di The New Pope e racconterà il futuro del Vaticano dopo l’elezione del successore di papa Lenny Belardo.

COMMENTI