martedì , 16 Luglio 2019
Teatro dell’Opera di Roma: presenta “Spartacus” di Aram Khachaturian

Teatro dell’Opera di Roma: presenta “Spartacus” di Aram Khachaturian

Teatro dell’Opera di Roma arriva il famoso balletto “Spartacus” di Aram Khachaturian.
1-2 luglio 2019 le date della tournee del Teatro Astana Opera al Teatro, che presenta per la prima volta al pubblico italiano questo balletto.
I biglietti possono essere acquistati presso la biglietteria del teatro al seguente
link: https://www.operaroma.it/spettacoli/spartacus/

Aram Khachaturian
«SPARTACUS»
Balletto in 3 atti

Prima rappresentazione al Teatro “Astana Opera”: 6 giugno 2014
Direttore della coreografia – Yuri Grigorovich, Artista del popolo dell’Unione Sovietica, Eroe del lavoro socialista, insignito del premio Lenin e premio di Stato dell’URSS.


Scenografia – Simon Virsaladze, Artista del popolo dell’Unione Sovietica,
insignito del premio Lenin e premio di Stato dell’URSS
Direttori d’orchestra – Abzal Mukhitdinov, Lavoratore onorato del Kazakistan
/ Arman Urasgaliyev
Direttore artistico dello spettacolo e assistente al direttore della coreografia –
Ruslan Pronin, Artista onorato della Federazione Russa
Assistente al direttore della coreografia – Oksana Tsvetnizkaya (Federazione Russa)
Direttore del coro – Yerzhan Dautov, Lavoratore onorato del Kazakistan
Direttore artistico del Corpo di ballo– Altynaj Assylmuratova, Artista del
popolo della Federazione Russa

Spartacus

PERSONAGGI E INTERPRETI

Spartaco – Bakhtiyar Adamzhan, Lavoratore onorato del Kazakistan
Frigia – Aigerim Beketayeva, Lavoratrice onorata del Kazakistan
Crasso – Arman Urazov
Egina – Assel Shaikenova

Nel dicembre 1941, durante i giorni più tragici della seconda guerra
mondiale, il grande compositore armeno Aram Khachaturian iniziò a creare il balletto “Spartacus”. Secondo il compositore, l’immagine eroica di Spartaco e il tema della rivolta degli schiavi nell’antica Roma erano di grande importanza: “E’ necessario che i popoli conoscano e ricordino i nomi di coloro che agli albori della storia umana si ribellarono coraggiosamente contro gli schiavisti per difendere la loro libertà e indipendenza.
Il monumentale balletto “Spartacus” è davvero un poema sulla lotta
contro l’invasione e le forze oppressive, sulla tragica irreversibilità del male, sull’immortalità delle gesta eroiche.

Spartacus

La prima rappresentazione di “Spartacus” ebbe luogo al Teatro dell’Opera
e Balletto Kirov di Leningrado (Mariinsky) il 27 dicembre 1956, messa in scena da uno dei più originali maestri del balletto dell’era sovietica, Leonid Yakobson.
Nel 1968, a Mosca al Teatro Bolshoi, Yuri Grigorovich, maestro del
balletto sovietico, mise in scena una nuova produzione di “Spartacus”. Rispetto alla  versione precedente di L. Yakobson fu contraddistinta dal grande psicologismo e dalla tragica tensione. Anche il lavoro dell’eccezionale artista teatrale Simon Virsaladze fu impeccabile. Il balletto “Spartacus” divenne un esempio della massima sintesi della musica, coreografia e pittura.
Oramai da molti decenni il balletto “Spartacus” è un gioiello del
repertorio di molti teatri del mondo.

Durata – 3 ore (con 2 intervalli)

CORPO DI BALLO, ORCHESTRA, FIGURANTI, CORO FEMMINILE DEL TEATRO “ASTANA OPERA”

Spartacus

About Roberto Leofrigio

Check Also

4813b1df 71db 44c5 9d0d 19c82630654c 310x165

Premio Lindsay Kemp, alla serata di gala anche il premio Oscar Sandy Powell

Sabato 13 luglio dalle ore 21.00 all’Accademia Nazionale di Danza, in occasione del Lunga Vita Festival, andranno in scena la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *