La Strada di Casa 2: La presentazione con Alessio Boni e il cast

Settembre 10, 2019 di Thomas Cardinali

Nella sede della Rai è stata presentata la seconda stagione de La Strada di Casa con protagonista Alessio Boni, presente anche il resto del cast e il regista Riccardo Donna.

Alessio Boni torna ad essere protagonista su Rai1 nella seconda stagione della fortunata serie La strada di casa, insieme a Lucrezia Lante della Rovere e Sergio Rubini. Rispetto alla prima qui sarà tutto diverso, infatti la trama sarà completamente distaccata e verterà su un genere differente: il thriller, con il melò che avrà un’importanza più secondaria rispetto alla tensione narrativa.

Il regista Riccardo Donna su questo aspetto spiega:

“Diciamo che questa nuova stagione, più che seconda, non è collegata la prima. Stesso ambiente, attori, famiglia ma coinvolti in una storia diversa che può essere vista anche senza aver seguito la prima. È un cambio di registro, è una storia su due piani temporali che creano una sorta di difficoltà narrativa. Ogni attore aveva due facce e dovevo fare attenzione che fosse credibile, più la storia andava avanti più il faro si spostava su altro. Questo è stato un lavoro delicato, in più abbiamo fatto una confezione che rappresenta un passo avanti. La serie è confezionata in altro modo e c’è una fotografia che cambia, questa è stata anche una scelta dovendo trovare un modo per spostarsi nel racconto. Ha una parte melo, ma anche un forte giallo che poteva diventare nerissimo. Dovevamo mantenere costantemente un equilibrio, a mio giudizio è più bella della prima”.

La strada di Casa 2 sarà un giallo avvincente, ricco di emozioni e colpi di scena, ambientato anche stavolta nella favolosa tenuta agricola Cascina Morra, alle porte di Torino. Nelle prime inquadrature il protagonista Fausto Morra è immobile davanti a un corpo esanime, ci sono gli agenti della scientifica coordinati dal commissario Leonardi. Capiamo subito che la storia sarà molto diversa, come sottolinea Alessio Boni che è nuovamente il protagonista indiscusso:

“Ho fatto più cose in Rai ultimamente.  Anche dieci anni fa ho fatto dei lavori e se questa serie fosse stata messa in onda dieci anni fa avrei detto che non c’entrava nulla con il pubblico. Invece credo che il 35% del pubblico di Rai 1 è laureato e ha capacità di entrare nelle storie, attanagliarle legandosi ai personaggi e agli aspetti più didascalici. Gli sceneggiatori hanno dipanato una storia complessa che comprendi solo all’ultima puntata per capire chi è stato l’assassino tiene incollati gli spettatori. Mi aveva preso molto la storia della prima ed era difficile fare la seconda, ma perché è facile cadere in una ribollita. Questa è completamente un’altra cosa e pensavo non si capisse, invece dalla quarta puntata torna tutto”.

Anche la sua famiglia ha accusato il colpo, ma dopo il suo ritorno a casa la serenità sembrava proprio a portata di mano. Per i Morra, però, niente appare scontato.

Spiega  Lucrezia Lante della Rovere:

“Gloria tiene in piedi la famiglia, è una donna forte e appassionata. Si arriva poi ad un limite psicologico perché quando i dolori sono troppo forti ne risente la salute. Non si confida con suo marito, ad un certo punto la smarrisce la strada di casa ma non posso dire altro”.

Nel cast anche un grande Sergio Rubini, in una delle sue poche sortite sul piccolo schermo:

“Ringrazio Luca Barbareschi perché ha pensato di portarmi in televisione, questa è stata più piacevole perché ho approfondito amicizie della prima stagione. Tutti conoscevamo i nostri personaggi e sapevamo tante cose. Il mio personaggio lo amo perché è ironico, un family nero anche ironico aiuta. Il mio personaggio è un po’ diverso, stavolta diventa un po’ detective e devo temperare un lato fumantino di Alessio”.

Intrighi, tradimenti, scomparse e ritrovamenti in un thriller dai ritmi incalzanti e dalle tematiche di grande attualità. Ad arricchire la storia anche l’arrivo di nuovi personaggi: Mauro, un giovane ex compagno di cella di Fausto, integrato nella vita e nelle attività della cascina; Valerio, grande rivale di Lorenzo nella gestione del consorzio che attualmente produce birra artigianale e amante di Milena, figlia maggiore di Fausto. E poi il commissario Concetta Leonardi, una donna determinata a risolvere il nuovo mistero che circonda la cascina e la famiglia Morra.

Si tratta di una serie molto attesa dal pubblico del piccolo schermo, come sottolineano i dati d’ascolto raggiunti nel 2017 dalla prima stagione, che segnò punte del 29% di share. Le nuove puntate sono state realizzate in 26 settimane di riprese tra Torino e la Repubblica Ceca. “La strada di casa – Seconda stagione” è una coproduzione Rai Fiction-Casanova Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi, che reduce dal grande successo di Venezia con “J’accuse” di Roman Polanski spiega:

“Questa è una delle tante avventure con la Rai, la strada di casa è stata una scommessa perché un prodotto diverso. Ci ha dato moltissima soddisfazione ed è stata opzionata dagli americani per farne un remake. La Rai è unica azienda in cui si lavora con talento italiano. Dobbiamo ringraziare la film commissione di Torino. Non era facile fare una seconda serie, invece abbiamo ottenuto qualcosa di molto bello. Mi auguro che abbia successo come molte altre cose tra cui Mia Martini che abbiamo fatto insieme”.

“Nel cast anche Eugenio Franceschini, Benedetta Cimatti, Christiane Filangieri, Sabrina Martina, Marco Di Natale, Silvia Mazzieri, Roberta Caronia, Massimo Poggio, Roberto Gudese, Claudia Zanella, Simone Gandolfo, Tatjana Nardone, Giuseppe Spata, Luca Scapparone, Marco Zangardi, Marco Cocci e Giulia Cotugno. Sei prime serate su Rai1, il martedì dal 17 settembre

COMMENTI