La Casa di Carta: Intervista a Itziar Ituno “Nella 4 stagione nemici dall’interno”

Luglio 30, 2019 di Thomas Cardinali

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Itziar Ituno, la splendida Raquel Murillo de “La Casa di Carta” nel corso del Social World Film Festival” in corso a Vico Equense.

La terza stagione de “La Casa di Carta” ha sconvolto tutti ed è stata una delle serie più viste nelle prime 24 ore dal rilascio su Netflix, con Raquel Murillo che si è confermata come uno dei personaggi più amati. Lisbona, questo il nome dell’ispettrice nella banda del Professore, è sbarcata in Italia come una delle protagoniste più attese del Social World Film Festival. Abbiamo avuto modo d’intervistare infatti l’attrice Itziar Ituno e ci ha raccontato molto di Raquel, ma anche del suo privato.

Sul suo personaggio ne “La casa di Carta” Itziar Ituno dice: “Credo che Rachele si innamori molto rapidamente. Non sempre ha una buona intuizione. Infatti, la prima volta ha avuto un ex marito che la maltrattava, la picchiava e successivamente si innamora del suo nemico. C’è qualcosa in Raquel che non funziona con il suo istinto. E’ un buon poliziotto, ma nell’amore non risce ad usarlo altrettanto bene”.

Su di lei invece Itziar Ituno svela: “Io ho più olfatto per l’amore, credo, anche se ho commesso errori, ma non troppi. Per me l’amore è quando rispettano una parte della tua libertà. Io non mi vedo amare con tanta gelosia e possessione, a me piace vedere la gente libera e quando mi innamoro mi innamoro dell’anima libera dell’altra persona. In questo momento sono felicemente innamorata”.

Sulla sua voce in italiano spiega: “Io ho ascoltato la voce italiana, ed è impressionante quando ti rivedi parlare in un’altra lingua senza riconoscerla. Io so che il lavoro da doppiatore è un lavoro veramente complicato, perchè anche io ho lavorato come doppiatrice molti anni fa. I doppiatori hanno tutti il mio rispetto, perché devono dare voce ad un personaggio interpretato da un altro attore, farlo tuo, con i suoi gesti, con il suo stile, in un’altra lingua, è un obiettivo molto difficile. Per questo devo ringraziare la mia doppiatrice per aver messo la sua voce al personaggio di Raquel in Italiano”.

Sul suo classico look di capelli Itziar Ituno: “Io ho studiato per 5 anni sociologia, io studiavo con la mattina tra i capelli”. Poi ha aggiunto che proprio grazie a quella matita ha superato subito il provino per “La Casa di Carta”: “Non è stato qualcosa che ho portato io nella seri , ma stava nel copione sin dall’inizio. Il giorno del casting, il primo giorno in assoluto, c’era scritto “Raquel si raccoglie i capelli con la matita”. Lo feci immediatamente alla perfezion ed il direttore del casting ne rimase allibito. Ci vuole soltanto molto esercizio  (sorride)”.

Sulle similitudini tra l’Italia e la sua Spagna spiega: “Qui è spettacolare, il mare, il vulcano, Pompei è qui vicino ed è ricca di storia. Il paesaggio mi ha incatato. Le scogliere, il mare, la quantità di verde e le persone sono molto simpatiche” mentre sul cibo continua “Ho mangiato molta pizza, il millefoglie ho bevuto il limoncello, gli spaghetti. Non ho mangiato la notte, ma perché ero già piena e a dieta e (gesto dei pollici ndr)”.

Svela di aver stretto una forte amicizia con la collega Ivana Lotito: “Mi piacerebbe lavorare con lei, l’ho conosciuta  ieri e già siamo amiche. Non ho visto Gomorra, ma le ho premesso che la vedrò, perchè adesso conosco lei, ed anche perchè ho sentito spesso che la serie è bella”.

Sul ruolo dei sogni non ha le idee chiare, mentre sicuramente sa di voler lavorare in un genere specifico: “Non lo so ce ne sono molti… ma mi piacerebbe fare una commedia perché in questo momento sto recitando in molti dramma. La commedia è molto difficile, è un codice che non ho affrontato tanto. Vorrei farlo per continuare ad imparare interpretando magari una donna con potere, una donna forte”.

Sui suoi prossimi progetti spiega: “Stiamo girando la quarta stagione de “La casa di carta”, che si compone di otto puntate, e siamo impegnati fino alla metà di agosto. Poi girerò un film nel paese basco in dialetto euskera, un giallo”.

Parlando della quarta stagione de “La Casa di Carta” ci regala un’anticipazione molto interessante: “Le cose non andranno bene nella quarta stagione perché la banda avrà un grande nemico proprio all’interno della banca, il finale vi farà venire voglia di vederne ancora. Torno sul set già mercoledì (domani ndr). La quinta stagione con Raquel protagonista? Penso che dovrebbe esserci (risate ndr)”.

COMMENTI