Into the Wild, la storia vera di Chris McCandless: curiosità sul film | STASERA IN TV

Settembre 30, 2019 di Redazione

stasera in tv into the wild

Into the Wild di Sean Penn stasera in tv 30 settembre su Cielo, le curiosità su un’incredibile storia vera.

Non un film d’avventura né di formazione; drammatico certo, ma un dramma che nasconde molto di più. Perché dietro la storia di Christopher McCandless, che sì non ha il lieto fine, si nascondono una sete di conoscenza e una radicata fede nelle libertà, di una portata tale da far crollare ogni certezza e lasciare senza fiato. Into the Wild racconta la storia vera di questo ragazzo (già fatta conoscere al mondo grazie al libro di Jon Krakauer Nelle terre estreme: le sue scelte, i suoi tormenti, i suoi viaggi, la sua inquietudine, le sue letture.  Stasera in tv in film va in onda su Cielo in prima serata (ore 21.15).

Trama Into the Wild | Stasera in Tv su Cielo

Una famiglia ricca, degli studi portati avanti con profitto, una carriera in un certo senso segnata su una strada già “pronta”. Christopher McCandless dice no a tutto questo, perché completamente restio a sottomettersi alla società consumistica e capitalistica e convinto di poter vivere in nome di un solo ideale: la libertà.

Abbandona amici e famiglia e parte da solo alla volta di un lungo viaggio alla scoperta di sé stesso, della natura selvaggia e incontaminata, alla ricerca della felicità interiore per lui impossibile in quella società che gli stava fin troppo stretta.

Imparerà, pagando con la vita, che la felicità è autentica solo se condivisa.

Happiness is only real when shared

6 curiosità, dal libro ai 10 anni di convincimento

  • Il film si basa sul libro di Jon Krakauer Nelle terre estreme, in cui l’autore racconta la storia vera di Christopher McCandless.
  • Il protagonista indossa sempre un orologio: è un oggetto appartenuto al vero Christopher McCandless e dato in dono all’attore Emile Hirsch.
  • Il film non è stato di facile realizzazione: la famiglia McCandless era contraria a portare la storia di loro figlio in un film e pare che al regista, Sean Penn, siano voluti ben 10 anni per convincerli.
  • Quando Christopher McCandless è stato ritrovato morto nel famoso autobus pesava circa 30 Kg. Per maggiore veridicità l’attore si è sottoposto a una dieta ferrea, per perdere circa 20 Kg.
  • Il film ottenne due candidature agli Oscar 2008: Miglior attore non protagonista a Hal Holbrook e Miglior montaggio a Jay Cassidy. L’esclusione dai premi più prestigiosi fu motivo di polemica.
  • L’autobus dove Christopher McCandless è stato trovato morto è ancora lì, nello stesso punto, con tanto di “santuario” in suo onore. L’autobus delle riprese non è ovviamente quello originale, bensì uno ricostruito alla perfezione.

COMMENTI