GODZILLA: solo 3.000 esemplari per il cofanetto ad 11 Blu-ray !

Agosto 22, 2016 di albertodelforno

Una Collector’s Edition Limitata a 3.000 esemplari per i Godzilla targati Toho
Direttamente dalla Germania, fresco fresco ci è giunto il cofano limitato a 3.000 esemplari contenente gli 11 film realizzati dalla Toho su Godzilla, il celeberrimo mostro dei mari.
Miei cari amanti del cinema americano, questo è il cofanetto sbagliato per voi, infatti non stiamo parlando dei lungometraggi realizzati dalle Major e diretti da Roland Emmerich e Gareth Edwards, bensi, i film originali, dal classico del 1954 fino agli ultimi capitoli, tutti made in Japan e realizzati dalla Toho pictures inc. .
Ma vediamo in dettaglio titoli, contenuto e  scheda tecnica del cofanetto in vendita su amazon a 59,90€

  • Metalcase con artwork in rilievo
  • Digipack interna con 11 alloggiamenti per i dischi
  • 11 Blu-ray, uno per ciascun film
  • Booklet di 24 pagine con contenuti e immagini esclusive

I film:
Tutti i film sono stati rimasterizzati in alta definizione e per la prima volta sono disponibili in un unico cofanetto

  • 1954: Godzilla (ゴジラ Gojira)
  • 1955: Il re dei mostri
  • 1993: Godzilla contro Mechagodzilla II (inedito in Italia)
  • 1994: Godzilla contro SpaceGodzilla (inedito in Italia)
  • 1995, Godzilla contro Destoroyah (inedito in Italia)
  • 1999: Godzilla 2000: Millennium (inedito in Italia)
  • 2000: Godzilla contro Megaguirus (inedito in Italia)
  • 2001: Godzilla, Mothra e King Ghidorah (inedito in Italia)
  • 2002: Godzilla contro Mechagodzilla (inedito in Italia)
  • 2003: Godzilla contro Mothra contro Mechagodzilla: Tokyo SOS (inedito in Italia)
  • 2004: Godzilla: Final Wars (inedito in Italia)

Scheda Tecnica:

Regione: B/2

Durata complessiva: 1203 min.

Format1 video: 1.33:1, 1.85:1, 2.35:1, 1920x1080p

Codec video: MPG-4/AVC

Supporto: Blu-ray disc BD-50

Registi: Ishirô Honda, Kensho Yamashita, Masaaki Tezuka, Motoyoshi Oda, Ryûhei Kitamura, Shûsuke Kaneko, Takao Okawara

Produzione: Toho Film INC.

Lingue disponibili:

  • Deutsch DTS-HD MA 5.1
  • Deutsch DTS-HD MA 2.0 (Mono)
  • Englisch DTS-HD MA 2.0
  • Japanisch DTS-HD MA 2.0
  • Japanisch DTS-HD MA 2.0 (Mono)

Sottotitoli:

  • Tedesco
  • Olandese

Il Godzilla originale, da cui tutto è partito risale al 1954 ma, non prima del 1957 potè giungere in Italia in una versione rimaneggiata per il mercato statunitense e poi allargata al mercato internazionale. La Toho infatti aveva imposto che l’originaleavrebbe potuto varcare i confini nazionali (del Giappone) solo dopo il 1989.  La versione durava, a causa di numerosi tagli, solo 81 minuti, e così negli anni ’70, visto l’ottimo successo in sala dei film sui mostri, Luigi Cozzi riadattatò la versione internazionale allungandola con scene tratte da altri film sui mostri, filmati di repertorio sulla seconda guerra mondiale e rimontando alcune scene. Il film poi venne ricolorato con gel con un metodo nominato “Spectrorama 70“e dotato di un suono innovativo “Futursound” che, grazie ad una pista magnetica ad otto tracce, poteva trasmettere il sonoro anche in bassa frequenza realizzando effetti iperrealistici nelle scene in cui  Godzilla era in azione. Quest’ultima versione conosciuta tra gli amanti del genere come “Cozzilla” non è stata mai editata (per problemi di diritti) in home video e le uniche copie circolanti provengono da VHS di scarsa qualità.
godzilla 54

Godzilla, Ishirô Honda, 1954, 98 min., B/N (ゴジラ Gojira)

Il Giappone è totalmente gettato nel panico quando alcune navi pescherecce – al largo delle coste – esplodono e affondano senza motivo. All’inizio le autorità pensano si tratti di mine sottomarine, inviate dai governi nemici, oppure un’insolita attività vulcanica sotterranea. Ma presto le autorità si spostano all’isola di Odo, molto più vicino al luogo dove le navi sono affondate.
Una sera, una misteriosa e gigantesca creatura arriva sulla spiaggia e devasta il villaggio di pescatori. Una spedizione sul posto, capeggiata dal paleologo Kyohei Yamane, sua figlia Emiko e un giovane ufficiale della marina chiamato Hideto Ogata, scopre qualcosa di molto più terrificante sul conto della creatura che ha compiuto la razzia: esso è un mostro alto 50 metri, che i nativi chiamano Gojira. Secondo il professor Yamane Gojira, o Godzilla, è un rappresentante di una specie di dinosauri sopravvissuti all’estinzione che vivevano nei fondali marini. In seguito agli esperimenti nucleari, Godzilla ha assorbito le radiazioni diventando estremamente forte e resistente, e in grado di sputare raggi distruttivi.
Dopo questo primo attacco, Godzilla comincia ad avvicinarsi sempre più al Giappone. La prima volta si limita ad attaccare la costa, ma in seguito si dirige su Tokyo, riducendola ad un mare di fiamme. A questo punto entra in gioco lo scienziato Serizawa, che ha creato una potentissima bomba chiamata Oxygen Destroyer, capace di disciogliere fino allo scheletro ogni creatura vivente. Serizawa riesce ad uccidere Godzilla in uno scontro subacqueo, ma fatto questo si lascia morire sul fondo dell’oceano: non vuole lasciare una simile arma nelle mani dell’umanità, che potrebbe usarla per scopi distruttivi proprio come ha fatto con l’energia nucleare.
55

Il re dei mostri, Motoyoshi Oda, 1955, 82 min., B/N, (ゴジラの逆襲 Gojira no Gyakushū)

In attesa di soccorsi su un’isola deserta, due uomini assistono al combattimento tra Godzilla e un altro mostro preistorico. I due uomini fanno giusto in tempo a fotografare le due creature prima che precipitino in mare.
Le foto vengono consegnate al professor Yamane, che riconosce nell’avversario di Godzilla un Anchilosauro probabilmente mutato anch’esso dalle radiazioni, che viene battezzato Angilas (o Anguirus).I due mostri riemergono ad Osaka, trasformandola in un campo di battaglia sotto i colpi dell’esercito.
Godzilla alla fine sconfigge Angilas, ma viene messo in fuga dall’esercito nipponico, che in un lungo inseguimento fino al Polo Nord riesce infine a seppellirlo sotto una montagna di ghiaccio.
1993

Godzilla contro Mechagodzilla II, Takao Okawara, 1993,  108 min., colore (ゴジラVSメカゴジラ Gojira tai Mekagojira)

1992: pochi mesi dopo lo scontro tra Mothra, Godzilla e Battra, un grande uovo viene rinvenuto su un’isola. Il dottor Kazuma Aoki (inventore di una nave volante anti-Godzilla chiamata Garuda) e la dottoressa Azusa Gojo analizzano l’uovo ma il gigantesco pteranodonte Rodan attacca il campo base per proteggere il fratello non ancora nato.
Poco dopo lo stesso Godzilla emerge dall’acqua ed elimina apparentemente Rodan. L’uovo è portato in Giappone e Miki Saegusa, la giovane medium apparsa più volte nei film Heisei di Godzilla, percepisce attività mentale all’interno del guscio. L’uovo si schiude, rivelando un cucciolo di Godzillasauro (molto simile al padre), che subito per imprinting si affeziona ad Azusa. Godzilla però è alla ricerca del piccolo, e punta dritto verso lo stabilimento dove viene analizzato il dinosauro. L’UNGCC (United Nation Godzilla Countermeasures Center) mobilita allora la loro ultima creazione: Mecha-Godzilla, un robot dalle fattezze del re dei mostri (la sua testa discendeva dalla testa robotica di Mecha King Ghidorah dal film Godzilla vs. King Ghidorah, ripescata dal mare). Nel frattempo Rodan si risveglia, e potenziato dal raggio atomico del re dei mostri ottiene un raggio termico all’uranio. Rodan sorvola il mare aperto concentrandosi su un unico obbiettivo: ritrovare il fratello. Il robot viene gravemente danneggiato da Godzilla, ma riesce ad allontanarlo dal centro di studi. Analisi più approfondite rivelano che i Godzillasauri possiedono un secondo cervello che presiede alle attività motorie nel bacino, detto Sacral Brain. Baby Godzilla viene trasferito in elicottero, ma Rodan, ora potenziato dal potere atomico di Godzilla e trasformato in Fire Rodan, attacca il velivolo. A questo punto compare Garuda, pilotato da Aoki, che attacca Rodan senza riuscire ad abbatterlo.
Mecha-Godzilla riesce a sconfiggere lo pterosauro. Godzilla torna all’attacco contro la sua controparte robotica, e Miki è costretta ad identificare la parte del corpo dove risiede il Sacral Brain. Super Mecha-Godzilla (risultato della fusione tra Mecha-Godzilla e Garuda) mediante una scarica elettrica, riescono a distruggere il Sacral Brain. Godzilla è morto, ma Rodan si sacrifica donando una grande quantità di energia al Re dei Mostri, che completamente rinvigorito e furioso per la morte di Rodan distrugge l’avversario (risparmiando però Miki) con uno Spiral Atomic Breath (un potentissimo raggio rosso nato dall’unione del raggio di Fire Rodan e quello di Godzilla) e si allontana in mare con il figlio adottivo.
spacegodzilla

Godzilla contro SpaceGodzilla, Kensho Yamashita, 1994, 108 min., colore (ゴジラVSスペースゴジラ Gojira tai Supēsugojira)

1995: sono passati quasi quarant’anni dalla prima apparizione di Godzilla in Giappone. Un grande meteorite cristallino, che viaggia verso la Terra a gran velocità. Intanto a Tokyo si sperimenta la nuova superarma dell’UNGCC, M.O.G.U.E.R.A. (Mobile Operation Godzilla Universal Expert Robot Areotype. L’androide è stato costruito con i resti di Super Mecha Godzilla dal film Godzilla vs. Mechagodzilla), un robot in grado di dividersi in due parti operanti: Land M.O.G.U.E.R.A., formato dalla parte inferiore del corpo del Mecha, simile a un carro armato in grado di viaggiare sottoterra, e dallo Star Falcon, la sezione superiore del robot, un’aeronave in grado di viaggiare nello spazio. La dottoressa Chinatsu Gondo si reca allo Psionic Center, ora diretto dalla ventiduenne Miki Saegusa, per proporre alla sensitiva un piano per impedire a Godzilla di attaccare il Giappone: un controllo mentale, per mezzo di un amplificatore di onde cerebrali, che deve essere effettuato dalla stessa Miki. La ragazza rifiuta sdegnata, ma Chinatsu le ricorda che, se lei non ha intenzione di collaborare, l’UNGCC utilizzerà M.O.G.U.E.R.A. contro Godzilla.
destroyah

Godzilla contro Destoroyah, Takao Okawara, 1995, 108 min., colore (ゴジラVSデストロイア Gojira tai Desutoroia)

1996: Birth Island, residenza del re dei mostri, viene distrutta misteriosamente. Contemporaneamente il mostro Godzilla, con la pelle ricoperta di ferite ardenti, attacca la città di Hong Kong.
Lo studente Kenichi Yamane, nipote adottivo del professor Yamane, ritiene che Godzilla non sia più in grado di contenere le reazioni nucleari all’interno del suo corpo: se la potenza di Godzilla eruttasse completamente fuori, l’esplosione conseguente distruggerebbe l’intero Giappone, in altre parole, Godzilla si è trasformato in una bomba atomica ambulante. Per impedire ciò, la G-Force inizia a studiare gli effetti del Micro Oxigen, simili a quelli dell’Oxigen Destroyer, la bomba che neutralizzò Godzilla nel 1954.
Intanto nelle fogne di Tokyo e in un acquario cominciano a svilupparsi strane creature simili a crostacei, in grado di emettere Micro Oxigen. Si ritiene che gli animali siano stati creati dal Distruttore d’Ossigeno più di quarant’anni prima. Una squadra armata irrompe nel palazzo dove si sono nascosti i crostacei (ribattezzati Destroyer dal nome dell’arma che li ha creati). L’attacco fallisce e i Destroyer escono allo scoperto, attaccando Tokyo. I Destroyer, attaccati dai Maser dell’esercito giapponese, si fondono in un unico gigantesco mostro simile ad un dragone battezzato Desotoroyah. Desotoroyah e Godzilla Junior iniziano a combattere, ma alla fine quest’ultimo ha la peggio. A questo punto compare Godzilla, che affronta insieme al figlio e il mostro alato.
godzilla-2000-millennium

Godzilla 2000: Millennium, Takao Okawara, 1999, 107 min., colore (ゴジラ2000 ミレニアム Gojira ni-sen – Mireniamu)

All’alba del terzo millennio, dopo quasi cinquant’anni dalla prima apparizione Godzilla, con un look rinnovato più terrificante e realistico e l’alito atomico passato dal blu al rosso, torna a devastare il Giappone. Intanto nel fondo dell’oceano viene ritrovata una roccia aliena vecchia quanto i dinosauri, che, portata in superficie, si rivelerà una specie di UFO della razza extraterrestre dei Millenian, che attaccherà Godzilla. Nonostante lo svantaggio iniziale, Godzilla sconfigge i nemici. Le ceneri degli alieni si fondono con le cellule del mostro atomico e muterà in una gigantesca creatura di nome Orga, che ingaggerà battaglia con Godzilla. Il Re dei Mostri verrà mortalmente colpito e poi Orga tenterà di ingoiarlo come un Serpente ma Godzilla con una potente ondata nucleare fa esplodere il nemico e potrà finalmente ruggire su Tokyo in fiamme.
GXM_-_Godzilla_vs._Megaguirus

Godzilla contro Megaguirus, Masaaki Tezuka, 2000, 105 min., colore (ゴジラ×メガギラス G消滅作戦 Gojira tai Megagirasu – Jī shōmetsu sakusen

Nella città di Tokyo un’arma satellitare apre un varco temporale dal presente al passato, attraverso il quale arriva un uovo argentato dal quale nasce una libellula gigante (identica alle larve del film Rodan) che arriva nella città e deposita un agglomerato di uova da cui nascono centinaia di insetti giganti. Alcuni di essi prelevano del sangue di Godzilla, nel frattempo giunto in città. Dopo un primo duello con Godzilla gli insetti si uniscono insieme al D.N.A di Godzilla facendo nascere Megagurius, un insetto gigante che ricorda molto la sorella di Mothra, Battra, anche se più spaventosa. Nel duello finale Godzilla sconfiggerà Megaguirus con un potentissimo raggio atomico salvando la città.

gojira

Godzilla, Mothra e King Ghidorah, Shusuke Kaneko, 2001, 105 min., colore (ゴジラ・モスラ・キングギドラ 大怪獣総攻撃 Gojira Mosura Kingu Gidora Daikaijū sōkōgeki)

Godzilla incombe sul Giappone e nessun’arma può fermarlo. Intanto una giovane giornalista viene a sapere da un vecchio dell’imminente resurrezione dei tre mostri guardiani che proteggeranno l’umanità dal male. Quando Godzilla sbarca viene in principio aggredito da Baragon, che viene però sconfitto dal rettile gigante. In seguito dovrà vedersela con Mothra che verrà comunque battuta. È il turno di Ghidorah, l’unico che sembra poter eliminare Godzilla, che grazie al potere degli spiriti dei suoi due compagni morti riesce ad avere ragione di lui, anche se dopo un durissimo combattimento Godzilla riesce a sconfiggerlo. Però un anziano comandante di marina vuole ucciderlo per vendicarsi della morte dei suoi genitori provocata dal mostro durante il raid avvenuto nel ’54. Infatti con un piccolo sottomarino riesce ad entrare nel corpo di Godzilla lanciandogli un missile che gli procura una ferita dalla quale sgorga la sua stessa energia atomica che lo farà esplodere. L’anziano capitano riesce a salvarsi, ma negli abissi il cuore di Godzilla batte ancora
Godzilla contro Mechagodzilla

Godzilla contro Mechagodzilla, Masaaki Tezuka, 2002, 105 min, colore (ゴジラ×メカゴジラ Gojira tai Mekagojira)

Il film si ricollega al primo film. Nel 1999 un nuovo Godzilla attacca il Giappone, provocando numerose vittime.
Il governo giapponese decide allora di costruire un robot dalle fattezze del dinosauro atomico, Kiryu, partendo da cellule spinali estratte dallo scheletro del Godzilla originale, ucciso nel 1954 dal distruttore d’ossigeno inventato dal professor Serizawa. Il robot viene completato quattro anni dopo, nel 2003, in concomitanza con il ritorno di Godzilla. Ma Kiryu, che possiede dentro di sé le cellule di Godzilla, dopo aver sentito il ruggito del lucertolone attacca a sua volta l’umanità. Gli umani sono costretti ad aspettare che finisca le riserve d’energia, per poi aggiornarlo e scagliarlo subito contro il sauro atomico la notte successiva; dopo una dura battaglia Kiryu afferra Godzilla, carica il cannone Zero Assoluto nel petto e porta il suo “fratello” nell’oceano per poi sparare il cannone. Questo, sebbene non uccide Godzilla, lo fà battere in ritirata grazie ad un enorme ferita nel petto del sauro atomico creata appunto dall’attacco. Kiryu subisce enormi danni ma ha compiuto la missione, a costo del cannone Zero Assoluto e del braccio destro.
tokyo sos

Godzilla contro Mothra contro Mechagodzilla: Tokyo SOS, Masaaki Tezuka, 2003, 91 min., colore, (ゴジラ×モスラ×メカゴジラ 東京SOS Gojira tai Mosura tai Mekagojira Tōkyō Esu Ō Esu)

Dopo l’apparente sconfitta di Godzilla, il governo giapponese vuole usare alcune ossa di Godzilla per ricostruire il robot Mecha-Godzilla (siccome nel film precedente hanno dovuto danneggiarlo per fermare la sua antica ira), al fine di usarlo come arma di difesa per il Giappone. Mothra tuttavia si dimostra subito contrariata all’esperimento e minaccia di attaccare l’umanità se ciò dovesse avvenire. Nonostante l’accordo tra i giapponesi e Mothra fosse chiaro, il governo si dirige verso il luogo dove Godzilla era precipitato per prelevarne le ossa. Con grande sorpresa di tutti il dinosauro mutante è ancora vivo e immediatamente distrugge i laboratori dirigendosi verso Tokyo con un solo obiettivo: distruzione totale. Mothra lo affronta ma Godzilla la sconfigge con il suo potentissimo raggio radioattivo. I giapponesi allora ricostruiscono in fretta e furia Mecha-Godzilla e lo scagliano al fianco della farfalla gigante contro Godzilla. Ma il Re dei Mostri è troppo potente e riesce a battere entrambi. Nel frattempo, due uova di Mothra si schiudono e si dirigono a Tokyo per aiutare la madre nello scontro, mentre gli scienziati cercano di riparare Mecha-Godzilla. Godzilla fa fuori Mothra, che si sacrifica per proteggere le sue larve, ma subito dopo viene colpito a morte da un nuovo, potenziato Mecha-Godzilla che lo infilza al petto con un trapano che ha sul braccio e lo bombarda coi suoi cannoni laser. Le larve di Mothra chiudono poi Godzilla morente in un bozzolo con dei fili. Ma lo spirito del Godzilla del 1954 si risveglia di nuovo in Mecha-Godzilla che, invece di finire l’avversario, lo afferra e precipita in mare con esso perché, come diceva Mothra, la sua costruzione è stata una violazione alle regole della natura. Tuttavia, nei laboratori segreti giapponesi, si nota un campione di D.N.A. di Godzilla, che fa capire che la minaccia può risorgere

Final_Wars_Godzilla

Godzilla: Final Wars, Ryūhei Kitamura, 2004, 125 min., colore (ゴジラ FINAL WARS Gojira – Fainaru Wōzu)

Negli anni settanta, in Antartide, Godzilla viene fatto cadere dentro un pozzo di ghiaccio da un sottomarino volante col muso a trivella, il Gotengo (già visto in Atragon, film di Ishiro Honda del 1963). A causa di ciò, Godzilla finisce in ibernazione. Nel 2004 l’umanità vive un periodo pacifico: grazie all’attività dell’EDF (Earth Defence Force), munito di armi supertecnologiche come un’intera flotta di Gotengo e di soldati dotati di superpoteri, i mostri che assalivano il mondo da tempo hanno smesso di essere un problema. L’ultimo ad essere distrutto dal Gotengo è il serpente marino Manda annientato con il cannone Zero Assoluto. Improvvisamente, in superficie, avviene un simultaneo attacco di tutti i mostri conosciuti (eccetto Godzilla): Rodan è a New York, Zilla (quello americano) a Sydney, Angilas a Shanghai, Re Sisar ad Okinawa, Kamacuras a Parigi, Kumonga in Arizona ed Ebirah nel Tokai. Si scoprirà che la causa di tutto è la razza aliena degli Xiliens, che ha aizzato tutti i Kaiju contro gli umani con un radiocontrollo, riuscendo così a sterminare l’EDF. Un gruppo di sopravvissuti, formato dalla stessa squadra che ibernò Godzilla, decide di liberare quest’ultimo per usarlo contro gli altri mostri. Godzilla sconfigge in successione Zilla, Kumonga, Kamacuras, Rodan, Angilas, Re Sisar, Hydrax ed Ebirah. Nel frattempo il gruppo superstite dell’EDF attacca l’astronave degli alieni e dopo una dura battaglia spaziale riesce a sconfiggere gli Xiliens e a distruggere l’astronave.
Intanto sulle rovine di Tokyo Godzilla si scontra con il Mostro X, mentre appare Mothra che si sacrifica per distruggere un Gigan redivivo e potenziato. Godzilla e il Mostro X si rivelano dei pari grado, finché il mostro alieno si tramuta nel terribile Keizer Ghidorah, simile al nemico di sempre King Ghidorah, che mette in difficoltà Godzilla. Ma il Gotengo interviene per salvare il difensore della terra trasmettendogli una quantità enorme di energia. Godzilla come da copione lancia Keizer Ghidorah nello spazio sopra la stratosfera e con un Final Ray fa fuori l’antagonista, poi attacca anche il Gotengo. Ma proprio allora arriva Minilla, figlia di Godzilla, che si frappone tra il padre e gli umani convincendolo ad andarsene pacificamente. Godzilla si allontana in mare con il figlio ritrovato.
 

COMMENTI