Festa del Cinema: A “Santa subito” di Piva il Premio del Pubblico Bnl

Ottobre 26, 2019 di Marco Chiaretti

Va al documentario Santa subito di Alessandro Piva il Premio del Pubblico BNL della 14a edizione della Festa del Cinema di Roma.

Il lungometraggio di Piva racconta la storia dell’assassinio di Santa Scorese, la nota giovane attivista cattolica proveniente dalla Puglia che rimase brutalmente uccisa nel lontano 15 marzo 1991, nei pressi di Bari.

Il risultato, decisamente inaspettato, ha ribaltato i piani; altro che Scorsese ed Edward Norton, il pubblico ha mostrato grande interesse ad un’opera documentaristica. Oltre a documentari e serie tv, Piva – classe 1966 – ha lavorato a quattro lungometraggi: LaCapaGira, presentato al Festival di Berlino, vincitore di numerosi premi quali il David di Donatello, il Nastro d’Argento, il Ciak d’Oro, il Dolly D’oro 2000 e anche il premio per la miglior colonna sonora al Festival Internazionale Cinema Jove di Valencia; Mio cognato, presentato al Festival di Locarno, tre candidature ai Nastri d’Argento 2004, “Premio Zanchi” alle Giornate Professionali di cinema a Sorrento; Henry, presentato, invece, in concorso al Festival di Torino 2010 ottenendo il Premio del Pubblico. Infine Milionari presentato alla Festa del cinema di Roma nella selezione ufficiale al Festival Internazionale di Shanghai, una candidatura ai Nastri d’Argento 2016.

In occasione della conferenza stampa finale dell’evento romano, Antonio Monda – direttore artistico – e Laura Delli Colli – presidente della Fondazione cinema per Roma -, sono entusiasti per i risultati ottenuti quest’anno. A detta loro, parlano i numeri: +10% di biglietti venduti, + 18% incassi in biglietteria, +13% di giornalisti accreditati, +9% di incassi dagli accrediti e +7% di ingressi tra pubblico e accreditati. In effetti, un ottimo risultato raggiunto.

COMMENTI