Elezioni Usa 2016: ecco i VIP che votano e supportano Donald Trump

Novembre 8, 2016 di albertomuraro

Quali sono i vip che alle Elezioni Presidenziali in USA voteranno Donald Trump? Per quanto supportare il candidato repubblicano non sia per nulla per ben visto in madrepatria (come se schierarsi, sia a destra che a sinistra, fosse di per sé dimostrazione di poca intelligenza) sono state moltissime le celebrità (anche se da noi tanto celebri non sono) ad avere dimostrato un supporto spassionato al miliardario.
Il più celebre di tutti è stato senza ombra di dubbio l’attore e regista Clint Eastwood, che si è detto a favore di Trump in quanto “contro il politicamente corretto e l’attuale generazione di fighette”; a supporto del magnate si sono però aggiunti anche molti sportivi (come il pugile Mike Tyson o l’ex cestista Dennis Rodman) e rappresentanti del cinema e della tv (tutti più o meno caduti in disgrazia) da Charlie Sheen a Stephen Baldwin passando per Kirstey Alley (protagonista di “Senti di Parla) e John Voight, il padre di Angelina Jolie. Ad avere espresso il suo voto favorevole al partito repubblicano anche Aron Carter, cantante (fratello di Nick Carter dei Backstreet Boys) di dubbia fama.
Al contrario, Hillary Clinton ha dalla sua parte una pletora di artisti e divi di Hollywood di tutto rispetto, un endorsement massiccio che secondo alcuni la aiuterà nella vittoria contro Trump: da Madonna a Beyoncé passando per Katy Perry, Jay-Z, Matt Damon, Steven Spielberg, sono in tantissimi ad aver appoggiato, chi con un tweet, chi esibendosi dal vivo, la prima candidata donna alla carica di presidente degli Stati Uniti. Giusto qualche ora fa, per esempio, Madonna ha regalato a New York un mini live acustico a sorpresa proprio a favore della Clinton, che nel corso delle ultime settimane ha appoggiato a spada tratta su tutti i mezzi di comunicazione, social compresi.
Per quanto almeno sulla carta, fra i due canddati non sembra esserci competizione, non è ancora detta l’ultima parola: soltanto nelle prossime ore sapremo chi sarà il successore di Barack Obama come presidente degli USA e, in un caso o nell’altro, si tratterà di un’altra piccola grande rivoluzione.

COMMENTI