Death Note: Il regista voleva David Bowie o Prince nei panni di Ryuk

Agosto 25, 2017 di Nicola Giuseppe Gargiulo

Death Note Manga Light

Death Note è appena uscito sulla piattaforma streaming che prende il nome di Netflix, con un live action prodotto dalla piattaforma streaming, che ha sollevato già tante critiche negativa. Ora veniamo a conoscenza di particolari interessanti.
Death Note è un’opera ormai cult nel campo di Manga e Anime, e questo lo fa intendere anche la sua longevità, che ha portato a casa Netflix, la voglia di trasportare le pagine del fumetto sul piccolo schermo, che a detta delle prime recensioni non è andata completamente in porto questa produzione.
Oggi però non andiamo ad analizzare il film di Death Note, ma parliamo di un aneddoto importante, rivelato dal regista  Adam Wingard, regista appunto dell’opera in questione. Quest’ultimo ha dichiarato a proposito di Death Note:

La mia prima scelta per quanto riguarda il personaggio di Ryuk era assolutamente David Bowie, tristemente scomparso prima che gli potessi chiedere di entrare nel cast di Death Note, abbassando le mie speranze. La scelta seguente, puntava su Prince, anche lui scomparso prima che gli venisse fatta la proposta. Due perdite importanti, che mi hanno abbattuto, e non poco per quanto riguarda la produzione di Death Note.

Wingard ha anche elencato i motivi della scelta:

David Bowie è un attore singolare, che ha dimostrato di essere versatile in tanti ruoli particolari e difficili, che lo hanno reso unico ed inimitabile, fino a renderlo una leggenda in tutto quello che ha fatto.


Come tutti ben sapete, il ruolo di Ryuk è stata affidato a Willem Dafoe, che a quanto pare dai primi trailer e le prime critiche, sembra adatto al ruolo, conoscendo anche le sue interpretazioni precedenti, che lo rendono una sicurezza per quanto riguarda il ruolo affidatogli per Death Note.
Ricordiamo che la produzione Netflix  è disponibile, in tutte le lingue sulla famosa piattaforma streaming, a partire dal 25 Agosto 2017.

COMMENTI