Carolina Rey a Talky: “La settima porta è il mio debutto su Rete4. Mi vedrete anche al cinema nel nuovo film di Fausto Brizzi”

Novembre 30, 2016 di Francoise Rolles

Questa sera debutterà su Rete4 con il programma “La settima porta” e dal 15 dicembre la vedremo anche al cinema nel nuovo film di Fausto Brizzi “Poveri ma ricchi”. E’ un periodo d’oro per la poliedrica conduttrice Carolina Rey che si racconta in esclusiva a Talky.

Carolina Rey con Vincenzo Venuto e Alessandro Cecchi Paone
Carolina Rey con Vincenzo Venuto e Alessandro Cecchi Paone

Carolina, come nasce l’avventura de La settima porta?
È nata un po’ per caso, come tutte le cose belle: il mio agente Silvio Capecchi mi ha convocato in agenzia per un incontro con il direttore di Rete4 Sebastiano Lombardi, abbiamo avuto un lungo colloquio in cui ho avuto modo di raccontarmi, di parlare dei miei desideri e della mia ambizione, due settimane dopo sono stata convocata a Milano per incontrare la squadra del programma ed ora eccoci qui! Un’esperienza unica nel suo genere dal punto di vista professionale ma anche personale.

Regalaci qualche anticipazione sulla prima puntata…
Nella prima puntata incontrerò una grande atleta, un’apneista che ci porterà 40 metri sott’acqua. E poi, cosa unica e rara, avrò modo di entrare negli stabilimenti della Ferrari dove raramente possono entrare troupe televisive.

Com’è lavorare con Alessandro Cecchi Paone e Vincenzo Venuto?
Sono due grandi professionisti ed entrambi mi hanno accolto con grande affetto. Li stimo e sono felice di poter imparare da loro che alle spalle hanno molti anni di esperienza.

Presto ti vedremo anche al cinema…
Eh sì, interpreterò me stessa, perché faró la presentatrice televisiva nel nuovo film di Fausto Brizzi, “Poveri ma ricchi ” che esce il 15 dicembre al cinema, sarà emozionante rivedersi contemporaneamente sul grande e piccolo schermo!

Il regista da cui sogni di essere diretta?
Massimiliano Bruno, ho fatto uno stage con lui e sono rimasta estasiata dal suo modo di lavorare, trovo che sia una persona splendida, un regista sensibile e che mette a proprio agio gli attori cercando di aiutarli ad esprimersi al meglio.

Tra le tue passioni c’è anche il canto: ti piacerebbe incidere un disco?
Il canto fa parte della mia vita, ed è una componente essenziale di me ma non mi definirei cantante.
Più che un disco mio forse mi piacerebbe prestare la voce ad un disco di qualche amico cantante, ne ho molti e li stimo tutti tanto: credo che l’arte vada condivisa.

Il duetto dei tuoi sogni?
Ce ne sono tanti che mi piacerebbe fare, in primis canterei con Claudio Baglioni, seguito da Alex Britti e Marco Mengoni.

Il regalo che ti piacerebbe trovare sotto l’albero?
Vorrei trovare qualche bel progetto lavorativo per il nuovo anno, e soprattutto vorrei un “pacchetto” ricco d’amore della mia famiglia.

COMMENTI