Cannes 2017: Elton John intervista “Io e Michael Jackson felici prima di MTV, i video accrescono ma non sono musica” (Esclusiva)

Maggio 23, 2017 di Thomas Cardinali

Elton John ha presentato a Cannes in un evento speciale un evento speciale “The Cut” in cui sono stati mostrati tre video vincitori di un concorso indetto con Youtube in anteprima mondiale. Ecco cosa ci ha raccontato Elton John!
Il Festival di Cannes 2017  (leggi del nostro incontro con Clint Eastwood) non è soltanto film, anzi è anche e soprattutto incontri speciali con grandissime star ma quello che sorprende è che uno dei più attesi non è una star del cinema: Sir Elton John, un’artista immenso e poliedrico è arrivato per presentare in un evento riservato i tre video vincitori del suo contest indetto con youtube “Elton John: The Cut”. I tre video realizzati da dei filmaker sulle note di Bennie and the Jets, Tiny Dancer e Rocket Man. L’ultimo in particolare è stato davvero bellissimo e realizzato con un’animazione sorprendente.  Sul palco Sir Elton John è stato accompagnato dal suo fedele amico e paroliere Bernie Taupin e dal regista premio Oscar Spike Lee.
Elton John
Elton John inizia a parlare subito dopo le presentazioni dei tre video citando l’indimenticato Re del Pop e aprendo una discussione sui video musicali:

“Noi , io e Michael Jackson, e altri veniamo prima della generazione di MTV ed eravamo felici. MTV ha portato via parecchi artisti solo per fare video e fare video non è del tutto uguale fare musica, gli effetti speciali sono un dipinto che accresce la dimensione musicale ma la musica è starci dentro”.
Elton John


Il grande artista ricorda con emozione i primi tempi, quando passò dai bar alla prima importante etichetta:

“Agli inizi suonavo in una soul band ma finivamo sempre coll’esibirci nei ristoranti dove la gente mangiava. Non volevo questo così presi un paio di canzoni scritte da me e le portai alla casa discografica. dissi subito che sapevo cantare e suonare ma scrivere mi riusciva meno bene”.
Elton John 2

Elton John poi rende omaggio al compagno di mille avventure Bernie Taupin, oltre che alle nuove tecnologie e a Youtube che gli ha regalato la possibilità di questo contest personalizzato:

“Fu allora che mi presentarono Bernie Taaupin. Noi di solito scriviamo in due stanze separate lui i testi e io la melodia. È sempre stato così tranne per “Don’t go breaking my heart”. L’abbiamo scritta al telefono insieme,  creatività e collaborazione che diventano fusione di arte e tecnologia per aprire la nostra musica a tanti giovani talenti creativi come nel caso di Youtube. Quindi la creatività può essere aiutata dalla tecnologia nel fare musica sempre migliore”.

Elton John

COMMENTI