Black Panther, Captain Marvel e la diversità dei Marvel Studios

Settembre 21, 2016 di Luigi Parentela

Negli ultimi anni, la Marvel ha puntato molto sulla diversificazione dei personaggi, in modo tale da far identificare ogni razza nelle proprie storie. Ad esempio, nei fumetti, ci sono un Captain America nero, Thor e Wolverine donne, Spider-Man ispanico.
anadm
E questa diversificazione sta lentamente arrivando nell’Universo Cinematografico Marvel. Dopo Agent Carter, Marvel’s Jessica Jones e il prossimo Marvel’s Luke Cage, i Marvel Studios si concentreranno su Black Panther, primo film stand-alone dedicato interamente ad un eroe africano, e su Captain Marvel, dedicato alla prima supereroina donna.
Agent Carter - Rettangolo Jessica Jones Luke Cage 2
Durante una convention, Brandon Easton, autore di Agent Carter, ha parlato proprio di questo argomento.

«Ci sono cose che accadono fuori dallo schermo, politiche e sociali, di cui lo spettatore medio non sa nulla. Abbiamo in cantiere moltissimi progetti sulla diversità, che al momento non posso nominare. Vogliamo fare questi film, rispondere alle persone che hanno idee diverse. Persino Kevin Feige risponde alle persone con un’idea diversa dalla sua. Oggi, finalmente, potete vedere il frutto di questi anni, battaglie che vanno avanti da troppo tempo».

Captain America - Civil War black panther
Brie Larson - Captain Marvel
Che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti, e non dimenticate di seguire le pagine Universo Cinematografico Marvel e Talky Series su Facebook per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità dal mondo Marvel!

COMMENTI