Avengers: Infinity War – Svelati numerosi spoiler sul film, dei Vendicatori moriranno

Marzo 10, 2018 di Francesco Paolo Lepore

Entertainment Weekly ha rilasciato un succoso articolo pieno di rivelazioni su Avengers: Infinity War. L’attesa dei fan sta diventando ricca di dettagli che alzano le aspettative per il capitolo più epico del Marvel Cinematic Universe.
Il trailer di Avengers: Infinity War ha mostrato numerosi dettagli che renderanno questo capitolo della saga sui Vendicatori il più grande prodotto di intrattenimento mai realizzato nei cinecomics. Abbiamo già la prova che lo scudo di Cap è sostituito da un paio di guanti in vibranio, forniti probabilmente da Shuri, Principessa e responsabile delle tecnologie del Wakanda, mentre Thor brandirà l’ascia mistica chiamata Stormbreaker, una versione potenziata del precedente Mjolnir .
Vediamo i guerrieri tribali wakandiani riuniti  agli eroi nell’affrontare Thanos, questo approfondimento.
Con questi dettagli ad aumentare le attese dei fan, oggi EW ha rilasciato un elenco di rivelazioni che sanno di SPOILER ALERT.

La tempesta in arrivo

Black Panther, nuovo membro degli Avengers, guida i wakandiani in battaglia
Black Panther, nuovo membro degli Avengers, guida i wakandiani in battaglia

In questo momento del film, il cast e la troupe della più grande squadra di Avengers mai messa insieme hanno avuto un problema da risolvere. Il fiume in questione è falso, scavato in un pascolo per cavalli nei pressi di Atlanta, con delle pompe giganti alle due estremità per far ricircolare l’acqua a seconda delle necessità. La savana invece è vicino a Savannah e non in Africa, mentre i grattacieli di Wakanda sono realizzati in greenscreen, e gli Outrider sono attori con le tute per la motion capture.
Thor abbassi l’ascia chiedendosi se vede un fulmine. La situazione metereologica però è stata reale, e se una produzione è abbastanza vicina ad un temporale da vedere un lampo, le regole sindacali stabiliscono che tutti debbano ripararsi per trenta minuti. Non avendo molto tempo prima che inizi a piovere, i registi Anthony e Joe Russo si sono affrettati ad ottenere le riprese necessarie, con più telecamere all’opera in punti diversi.
Infatti, gli Avengers Thor e Captain America, in quel giorno di riprese, non hanno completato le loro scene a causa di una cortina di pioggia battente che ha fatto scappare l’intera troupe sotto le coperture. Anche per i giornalisti di EW, la prima giornata sul set è finita bagnata e fangosa!

L’apice di una saga

Avengers del 2012, il film che cambiò tutto.
Avengers del 2012, il film che cambiò tutto.

Questo film è culmine di dieci anni di racconti sulla saga degli Avengers che ha cambiato il modo in cui vengono realizzati i film, non solo del genere ma anche con contaminazioni degli action e dei thriller. Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, ha detto di aver voluto Avengers: Infinity War e il progetto dell’anno prossimo ancora senza titolo, girati allo stesso tempo.
Secondo Feige, l’idea di un finale è diventata intrigante perché non la si vede spesso in questo genere in particolare. Disney ha comunque già annunciato almeno altri dieci film del MCU, consapevole che l’unica cosa che potrebbe uccidere il franchise è una mancata evoluzione di spettatori e generi di prodotti, perché l’unico pericolo è la mancanza di sorpresa.
Infatti, secondo gli sceneggiatori di Avengers: Infinity War, Christopher Markus e Stephen McFeely, che ha co-scritto tutti e tre i film di Capitan America, alcuni eroi possono semplicemente avviarsi al viale del tramonto e altri possono sacrificarsi o cadere in battaglia. McFeely ha già promesso che alcuni personaggi dovranno dire addio al franchise.
Quindi, alcune cose devono finire. E l’idea di liberare qualcuno per far posto agli altri è appunto il piano del più grande villain mai comparso in un cinecomics, interpretato da Josh Brolin: Thanos, un signore della guerra galattico

Il titano pazzo

Thanos, villain di Avengers: Infinity War
Thanos, villain di Avengers: Infinity War

Per Thanos, a causa del passato di Titan, suo pianeta natale, l’universo può essere salvato solo per metà, e per farlo, vuole ucciderne l’altra. La cosa risuona come geniale, ma anche orribile, il genocidio intergalattico non è un compito facile, quindi per raggiungere il suo obiettivo, il titano ha bisogno della sua legione di Outriders geneticamente modificati per aiutarlo ad acquisire le sei Gemme dell’Infinito, alcune in mano agli Avengers.
Se combinate in un unico guanto mistico, quelle gemme gli permetteranno di piegare il tempo, lo spazio, l’energia e le leggi della fisica e della realtà. Le pietre sono state le trame di molti film Marvel, ma solo una deve ancora essere rivelata, l’arancione Pietra dell’Anima. Thanos è a caccia e i Russo hanno usato un po’ dello stile delle rapine cinematografiche Anni ’90.
Il dottor Strange ha la Pietra del Tempo verde, il Collezionista di Benicio del Toro ha la Pietra della Realtà rossa, e la forza di polizia intergalattica Nova Corps ha la Pietra del Potere viola, mentre Loki di Tom Hiddleston ha ottenuto la Pietra Spaziale blu. La Pietra della Mente gialla è incastonata nella fronte di Visione di Paul Bettany, ed essendone ora sprovvisto, si dubbita che possa sopravvivere a lungo senza di esso. Uno dei primi Avengers a dover lasciare il posto a qualcun altro?

Avengers: Infinity War, Visione sarà il primo a morire?

Un triste destino attende Visione in Avengers: Infinity War
Un triste destino attende Visione in Avengers: Infinity War

In una scena particolare del film, gli Avengers Cap, Black Panther, Black Widow e Hulk proteggono un Visione sofferente, che collassa in agonia mentre Thanos e il suo guanto di gemme spaziali crescono in potere. Ovviamente, quel che fa alzare la posta in gioco per i Vendicatori è la corsa contro al tempo per salvare la vita di Visione, in conflitto con gli obiettivi del Titano.
A caccia degli Avengers c’è Proxima Midnight, uno dei guerrieri di Thanos, rapito quando erano giovani e addestrati alla sete di sangue, proprio come aveva fatto con i suoi figli Gamora e Nebula. Cap decide di portare Visione in Wakanda, mentre la Terra si prepara all’ultima resistenza contro il villain, e il Wakanda è il posto migliore dove potersi rifugiare: la nazione infatti è così potente che non è mai stata invasa con successo. Non è più così, ma Black Panther e il suo popolo stanno facendo del loro meglio per respingere gli invasori.

I personaggi sono cambiati

Gli Avengers nella battaglia di Wakanda
Gli Avengers nella battaglia di Wakanda

Gli ultimi avvenimenti sono un contesto del tutto nuovo per Okoye, il capo delle forze speciali di Wakanda. Si è appena abituata ad aprirsi agli stranieri e ora vi combatte al fianco mentre parla a procioni e alieni. T’Challa e Okoye accolgono Cap, Visione e gli altri Avengers come amici e alleati nella loro terra natia. Come abbiamo visto alla fine di Black Panther, il nuovo re vuole che il suo paese difenda qualcosa di più di sé stesso. L’universo sembra un buon punto di partenza.
Lo scudo nuovo di Cap in particolare, secondo Black Panther, questa volta gli viene offerto in dono e non preso senza richiesta, come probabilmente successe anni prima. Renderlo armato di un prodotto wakandiano sottolinea la nuova fiducia instauratasi tra i due leader. Fiducia è che alcuni degli eroi hanno perso. Black Widow, che è sempre stata dal lato cinico degli Avengers, ora ha fiducia solo in una piccola cerchia di amici e alcuni hanno smesso di fidarsi di lei.
Come nel caso di Black Panther, Cap è una delle poche persone che ancora si fida di Natasha. La Vedova Nera infatti si difende dal mondo col suo cinismo, mentre Rogers è sempre più aperto nei confronti del mondo. Questo li rende una coppia molto forte che si appoggia sui diversi valori dei due Avengers, che hanno rafforzato la loro amicizia.
In qualche modo, nonostante le loro differenze, vanno d’accordo. La maggior parte delle origini dei supereroi seguono uno schema simile. In genere, scoperto un potere lo si vuole maneggiare per sempre. In Avengers: Infinity War, dopo tanti film su eroi che litigano tra loro, il nuovo potere che li accomuna è la solidarietà.
Di fronte alla più grande minaccia che abbiano mai visto, il gruppo deve trovare una nuova sintonia. Thanos è un villain virtualmente indistruttibile, che lo rende un personaggio estremamente difficile da combattere. Di fronte a questo, la domanda è se si possono superare le divisioni sviluppate tra gli alleati per affrontare una causa comune.

Pesca grossa

Falcon, braccio destro di Captain America e membro degli Avengers
Falcon, braccio destro di Captain America e membro degli Avengers

Accanto al bosco di Savannah si trova un lago, dove spesso si può vedere un falco che estrae un pesce dall’acqua. Stavolta è il Falco con la F maiuscola, l’eroe dalle ali meccaniche di Anthony Mackie. Durante le pause tra una ripresa e l’altra, mentre gli altri attori si difendono meticolosamente da serpenti e zecche, Mackie ha tirato fuori una canna da pesca, avventurandosi nello specchio d’acqua, a caccia della cena, come testimonia un Tweet.
Falcon non è a suo agio in Wakanda, perché nutre rancore nei confronti di Iron Man e Black Panther dagli eventi della Guerra Civile. Ognuno è andato per la propria strada. Gli Avengers Hulk e Iron Man, tutti, si sono separati e hanno capito come non farsi arrestare.
Ora gli eroi stanno cercando di rimettere in piedi gli Avengers, e mentre lascia queste dichiarazioni ai giornalisti, si mette a strattonare la lenza tirando su una trota. Ma dopo aver rimosso l’amo dalla bocca del pesce, Mackie prende le pinze dalla scatola degli attrezzi. La trota infatti aveva un vecchio amo ficcato in gola, ma l’attore non riesce a sfilarglielo. Mackie cerca di rimuoverlo ma non ci riesce e decide di lasciarlo andare. D’altronde, se qualcun altro non lo ucciderà, quell’amo incastrato non sarà la causa della sua morte!
Anche per gli Avengers, una cosa simile è ciò in cui dovrebbero sperare. Thanos non sarà così clemente.

COMMENTI