Animali Fantastici e Dove Trovarli: La citazione da “Harry Potter e i Doni della Morte” svela la natura di Ariana Silente

Novembre 19, 2016 di Thomas Cardinali

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald

 
I fan di Harry Potter che hanno letto l’ultimo libro della saga hanno colto una citazione molto interessante in “Animali Fantastici e Dove Trovarli”.
 
“Animali Fantastici e Dove Trovarli” (leggi la recensione) è sicuramente uno splendido film, che può essere visto anche non avendo prima letto o visto i film precedenti della saga di Harry Potter. Naturalmente però l’emozione non sarà la stessa e sarà impossibile cogliere diverse citazioni, tra cui una di vitale importanza che è risaltata subito agli occhi dei fan più attenti. Nel film di Animali Fantastici probabilmente abbiamo scoperto cos’era in realtà Ariana Silente, la sorella di Albus, che  era stata descritta dalle parole di Aberforth nel libro pubblicato da J.K Rowling nell’ormai lontano 2008:

“L’hanno distrutta: non si è mai più ripresa. Non voleva usare la magia, ma non poteva sbarazzarsene, si è come rigirata dentro di lei e l’ha fatta impazzire, esplodeva quando lei non riusciva a dominarla, e a volte era strana, pericolosa”.

ariana-silente
La descrizione è quella dell’Obscuriale, la creatura che controllava il corpo di Credence (leggi l’intervista a Ezra Miller). Probabilmente Grindelwald sapeva delle potenzialità di questa pericolosissima creatura sin da prima di incontrare Silente e approfondendo il proprio rapporto con Albus non solo poté organizzare la ricerca dei Doni della Morte, ma anche approfondire la sua conoscenza sugli Obscuriali. Purtroppo per lui la situazione degenerò e Ariana morì nel tragico modo raccontato da Aberforth lasciando una vita di dolore in Albus Silente. Sembra impossibile che J.K Rowling abbia inserito questi collegamenti casualmente e probabilmente nei prossimi film ne sapremo qualcosa in più.

COMMENTI