Anche a Milano è esplosa la “Musicanti mania”. Boom per il musical al Teatro Degli Arcimboldi

Marzo 12, 2019 di Francoise Rolles

Impazza anche a Milano la “Musicanti” mania. Lo spettacolo teatrale, in scena agli Arcimboldi fino al 17 marzo, sta riscuotendo una valanga di meritati consensi. Apprezzamenti entusiastici sia da parte del pubblico che della critica. L’ennesima testimonianza del prezioso patrimonio artistico e musicale che ci ha lasciato Pino Daniele, i cui brani più celebri fanno da cornice a una storia scritta bene e interpretata egregiamente. L’avvincente spettacolo, scritto da Alessandra Della Guardia e Urbano Lione, prodotto da Ingenius Srl, con la direzione artistica di Fabio Massimo Colasanti, narra l’approdo a Napoli di Antonio (Alessandro D’Auria) a cui quel padre che non ha mai conosciuto lascia in eredità uno storico locale musicale. A contatto con la straordinaria umanità che popola quel tempio della musica, Antonio si riconcilierà con la sua città e con il suo passato. Sulle suggestive note di “Na Tazzulella ’e cafè”, “A me me piace ’o blues” e “Napul’è”, solo per citare alcuni dei capolavori di Daniele presenti nello spettacolo, il racconto procede tra geniali trovate comiche e appassionanti risvolti sentimentali. Il cast, che mescola con intelligenza grandi nomi del teatro italiano accanto a giovani talentuosi interpreti, appare perfettamente calato in quell’atmosfera evocativa che solo la musica di uno straordinario e sublime “musicante” come Pino Daniele può creare. Quasi tre ore di show che coinvolgono, appassionano ed emozionano lo spettatore che, difficilmente, può resistere dall’alzarsi in piedi, applaudire convintamente e scatenarsi con quel sound davvero inconfondibile. Un omaggio, insomma, riuscitissimo, perché delicato e rispettoso, nei confronti del cantautore partenopeo, indimenticato gigante del mondo delle sette note italiane.

COMMENTI